Oasi naturali, alla scoperta della Riserva Marina di Miramare

Le oasi naturali protette sono delle aree che hanno la funzione di mantenere l'equilibrio ambientale di un luogo aumentandone o mantenendone la biodiversità. Tra queste ricordiamo la Riserva Marina di Miramare, uno dei più grandi tesori della nostra bella Trieste, luogo di grande fascino e attrazione

Le aree naturali protette, chiamate comunemente anche riserve naturali o oasi naturali, sono delle aree che hanno la funzione di mantenere l'equilibrio ambientale di un determinato luogo, aumentandone o mantenendone la biodiversità. Si tratta di aree dai meravigliosi paesaggi e abitate da diverse specie animali e vegetali.  Un'oasi naturale è destinata al rifugio, alla riproduzione e alla sosta della fauna selvatica dove è proibita la caccia. Le aree naturali protette possono essere designate dalle istituzioni pubbliche o da privati, quali istituti di beneficenza o di ricerca. 

La Riserva Marina di Miramare

Istituita nel 1986 con decreto del Ministero dell'Ambiente che ne ha affidato la gestione all'Associazione WWF Italia ONLUS, la Riserva di Miramare è uno dei più grandi tesori e meraviglie naturali della nostra bella Trieste, luogo di grande fascino e attrazione per turisti e non solo, di cui i triestini, per ovvi motivi, vanno fieri. Nel 2006, nell'ambito di una ri - organizzazione della gestione delle Aree protette del WWF Italia ONLUS, alcuni servizi dell'Area Marina Protetta di Miramare sono stati trasferiti alla società WWF Oasi srl con l'autorizzazione del Ministero dell'Ambiente e del Territorio e del Mare. Miramare fa parte della rete di 17 aree naturali protette del Friuli Venezia Giulia, e la sua gestione è sostenuta, oltre che dal Ministero dell'Ambiente, anche dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia. Miramare è nota per il suo alto valore biologico, fin dal 1979 fa parte della rete mondiale di Riserve della Biosfera (MAB UNESCO), ciè quelle aree marine e/o terrestri che promuovono e dimostrano una relazione equilibrata fra la comunità umana e gli ecosistemi e creano siti privilegiati per la ricerca, la formazione e l'educazione ambientale. Grazie alla sua lunga esperienza, oggi, l’Area Marina Protetta di Miramare è, anche, una delle Aree Protette ASPIM (Aree Specialmente Protette di Importanza Mediterranea) del Mediterraneo. Per ottenere e poi mantenere questo prestigioso e importante status, bisogna costantemente promuovere iniziative di studio che permettano di monitorare annualmente lo stato di salute dei fondali e in particolare di verificare il mantenimento di un elevato grado di biodiversità.

Caratteristiche ambientali

L’area protetta è situata nel golfo di Trieste ai piedi del promontorio di Miramare, tra il porticciolo turistico di Grignano e la riviera di Barcola, meta balneare estiva di molti turisti. È un tratto marino - costiero, caratterizzato da rocce, massi e ciottoli. Anche i fondali - la cui profondità massima è di 18 metri - sono rocciosi, ciottolosi e a tratti sabbiosi. La costa è formata da roccia calcarea tipica del Carso.

Tempo di vacanze, cosa vedere a Trieste in 24 ore

Obiettivi

La mission e gli obiettivi della Riserva Marina di Miramare si fondano su tre attività principali:

  • Conservazione dell’area protetta, con attività di tutela e valorizzazione dell'ambiente e delle caratteristiche geomorfologiche, della fauna e della flora bentonica e pelagica dell'area interessata.

  • Ricerca scientifica applicata alla gestione delle risorse marine, tramite lo studio degli ecosistemi e delle specie locali protette. Inoltre, si realizzano periodiche campagne di monitoraggio scientifico condotte in collaborazione con i migliori istituti scientifici locali e nazionali.

  • Didattica con la realizzazione di programmi didattici per la scuola di carattere divulgativo - educativo per il miglioramento della cultura nel campo della biologia ed ecologia marina; e altre offerte distribuite durante tutte le quattro stagioni dell'anno che prevedono laboratori creativi, passeggiate naturalistiche guidate, iniziative eco - ricreative e di sensibilizzazione per famiglie, attività di sea watching e visite guidate sottomarine.

Adrenalina e divertimento, i parchi avventura nel Carso triestino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento