“La bambina non c’è più”: il libro dell’influencer friulana Taylor Mega apre un dibattito sull’editoria

"La bambina non c'è più": è appena uscito il libro autobiografico dell'influencer friulana Taylor Mega, testo che ha già scatenato nella sua terra natia diverse riflessioni e un dibattito sull'editoria odierna

Copertina del libro "La bambina non c'è più" di Taylor Mega

Dal flirt con Flavio Briatore a diverse comparse in tv fino ad arrivare alla partecipazione a reality show come l'Isola dei famosi e il Grande Fratello. Oggi, la friulana Taylor Mega, nome d’arte di Elisa Todesco, influencer italiana originaria di Carlino e nata a Udine nel 1993, si racconta nel suo libro "La bambina non c'è più", edito da Mondadori. Un testo autobiografico che racconta la sua vita.

Scelte di marketing azzeccate che pongono l'attenzione sul mistero: “Ci sono storie da cui non puoi nasconderti. Tutte le mie verità” si legge nella sintesi della biografia. Insomma, storie di una vita da sogno ma con retroscena inaspettati che scavano nell'intimità e nel passato dell'influencer, a partire dalla sua vita nella provincia friulana negli anni 2000, ancor prima di approdare nel mondo dello spettacolo.

Le polemiche

Il testo, acquistabile nelle librerie dal 15 settembre, ha già scatenato in Friuli Venezia Giulia un aspro dibattito sull'editoria. Come si legge su Udine Today, le polemiche - che forse potremmo definire riflessioni lasciate poco al caso - non sono mancate: dalla recensione del libraio udinese Giovanni Tomai, dove è stata sollevata una discussione sulla letteratura che descrive la noia di una generazione di friulani, è seguita anche la lettera di una scrittrice ambientalista, Gaia Baracetti, che lamenta uno scarso impegno dell'editoria friulana (e non solo) ad ascoltare anche le voci che non si sono fatte "personaggi".

Per approfondire, da Udine Today:

  • Esce la bio di Taylor Mega: la recensione del libraio udinese ha più successo del libro

  • Da Taylor Mega all'attivista scrittrice: lo scontro editoriale di due friulane agli antipodi

  • "Non siamo solo villotte e longobardi, non siamo neanche tutti drogati morti di noia"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Individuare i primi segnali di una polmonite con il saturimetro: come funziona e i migliori modelli

  • Rischio zona rossa, ecco l'ordinanza Fvg: no caffè fuori dai bar e stop ad allenamenti

  • Il Friuli Venezia Giulia rischia la zona rossa

  • Covid, morire a 45 anni: il pizzaiolo Abbas lascia cinque figli e la moglie

  • La Regione valuta la stretta: nel mirino il caffè fuori dai bar e le cene tra amici

  • Famiglia "picchiatrice" entra in casa di una coppia e la pesta a sangue: quattro arresti

Torna su
TriestePrima è in caricamento