social

Tra le Premiate Trattorie Italiane l’anima del Carso e del Collio

Sono tredici, da nord a sud, le insegne delle Premiate Trattorie Italiane. Tredici storie diverse tra loro ma accomunate dall’amore per l’ospitalità tramandato da genitori a figli: l’anima del Carso e del Collio è rappresentata dalla famiglia Devetak

Foto d'archivio

Un’associazione che il Gambero Rosso ha deciso di raccontare in una sua pubblicazione: le Premiate Trattorie Italiane ha l'obiettivo di far accrescere l'interesse verso un mondo che rappresenta in pieno l’immaginario dell’Italia nel mondo. La trattoria italiana è un patrimonio umano, di biodiversità agricola, oltre che paesaggistica.

Locali che hanno generalmente origini antiche, nati con connotazione prevalentemente popolare, tipicamente italiana, destinati alla vendita e consumazione dei pasti in loco. Il nome deriva da trattore, "oste" che a sua volta viene dal francese traiteur, derivato di traiter, a sua volta dal latino, tractare, "trattare, preparare". Alcuni di questi esercizi possono essere rinomati e ricercati per la qualità dei cibi e per la caratterizzazione, quasi sempre di cucina locale-regionale. L'economicità dei prezzi praticati è una attrattiva di questi locali a cui fa riscontro una maggiore semplicità nel servizio e negli arredi, ma anche nella qualità della materia prima.

Le Premiate Trattorie Italiane

Sono tredici, da nord a sud, le insegne delle Premiate Trattorie Italiane. Tredici storie diverse tra loro ma accomunate dall’amore per l’ospitalità tramandato da genitori a figli: in questi locali è fondamentale la relazione, la continuità, lo scambio con i propri ospiti, come si fosse, appunto, in una grande famiglia.

Parte integrante di queste famiglie allargate i fornitori: per ogni insegna, troviamo nel libro una sezione dedicata ai consigli degli osti sulle loro scelte (di spesa e di vita). Agricoltori, allevatori, artigiani, vignaioli, pescatori convergono intorno alle cucine sempre in fermento, nel segno di un sentire comune, a setacciare il meglio che i territori possano esprimere.

Quello del Gambero Rosso è un libro narrativo che racchiude un piccolo tesoro: ogni insegna condivide alcune delle sue ricette più rappresentative, mostrando i passaggi e l'attenta ricerca che si nasconde dietro ad un singolo piatto.

Friuli Venezia Giulia

Ed ecco che a far parte di queste tredici eccellenze ritroviamo l’anima del Carso e del Collio con la narrazione della famiglia Devetak.

Il grande amore della famiglia Devetak (di minoranza etnica slovena), per la sua terra e per i prodotti che la stessa regala, si respira da ben 5 generazioni, sin dal 1870. In ogni angolo di questo ristorante, arrampicato sul Monte San Michele (Savogna d’Isonzo, provincia di Gorizia) possiamo rievocare le memorabili e drammatiche battaglie della Prima Guerra Mondiale.

La trattoria è stata rimodernata diverse volte, ma sempre mantenendo, da generazione a generazione, l’anima che l’ha sorretta e ispirata: il piacere dell’ospitalità spontanea e rispettosa accompagnata dalla cucina legata alla più genuina tradizione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra le Premiate Trattorie Italiane l’anima del Carso e del Collio

TriestePrima è in caricamento