social

Premio Nobel per la Pace: candidati medici e infermieri italiani per il grande lavoro svolto durante la pandemia

La proposta è stata fatta dalla Fondazione Gobarchev che vorrebbe riconoscere l'anno di grandi sforzi compiuti da inizio pandemia da parte di tutto il personale sanitario. La candidatura ha ricevuto il benestare di Oslo

Foto Giovanni Aiello

Non era mai accaduto nella storia che il personale sanitario di una Paese ricevesse una candidatura al Nobel per la Pace, invece adesso è ufficiale: il personale sanitario italiano è stato candidato al Premio Nobel per la Pace 2021

Questa è stata la motivazione: "Il personale sanitario italiano è stato il primo nel mondo occidentale a dover affrontare una gravissima emergenza sanitaria, nella quale ha ricorso ai possibili rimedi di medicina di guerra combattendo in trincea per salvare vite e spesso perdendo la loro".

Su proposta della Fondazione Gobarchev che vorrebbe riconoscere un anno di sforzi impressionanti compiuti da inizio pandemia da parte di "medici, infermieri, farmacisti, psicologi, fisioterapisti, biologi, tecnici, operatori civili e militari tutti, che hanno affrontato in situazioni spesso drammatiche e proibitive l’emergenza sanitaria con straordinaria abnegazione, molti dei quali sacrificando la propria vita per preservare quella degli altri e per contenere la diffusione della pandemia", la candidatura ha ricevuto il benestare di Oslo. La notizia è stata accolta con piacere da tutte le autorità e i governanti del nostro Paese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio Nobel per la Pace: candidati medici e infermieri italiani per il grande lavoro svolto durante la pandemia

TriestePrima è in caricamento