rotate-mobile
Questo venerdì / Barriera Vecchia - Città Vecchia / Via Gioacchino Rossini, 4

Un venerdì pomeriggio tra cultura e musica a Palazzo Gopcevich

Venerdì 14 giugno in Sala Bazlen si terrà la presentazione del libro "’O Cane" di Luigia Bencivenga (Italo Svevo Edizioni, 2024) con intervento musicale di Sergio Bernetti. L'ingresso è libero

TRIESTE - Venerdì 14 giugno alle ore 17.00 la Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich (in via Rossini, 4) ospiterà la presentazione del libro "’O Cane" di Luigia Bencivenga alla presenza dell'autrice, che dialogherà al termine dell’incontro con il pubblico.

L’incontro si tiene in concomitanza con l’inizio della tre giorni di eventi Bloomsday, dedicati a commemorare annualmente il 16 giugno 1904, data nella quale il grande scrittore irlandese James Joyce ambientò a Dublino il suo più straordinario romanzo. Questa data si festeggia anche in altre parti del mondo tra cui Dublino e naturalmente Trieste, dove visse lo scrittore irlandese e dove sicuramente lo scrisse. Questa festività rievoca gli eventi dell'Ulisse, il suo romanzo si svolge in una sola giornata: il 16 giugno 1904.

L'evento

Luigia Bencivenga in una sorta di spin-off de l’Ulisse dedica l’intero romanzo al cagnaccio del cittadino Gerryowen, ambientando i fatti in un piccolo centro della Campania dove fa svolgere il cuore di tutta la narrazione il 16 giugno 2015. Ma il suo indubbio riferimento a Joyce non si ferma solo alla data del 16 giugno 1904: anche il nome del cane protagonista del romanzo infatti è Garryowen (un’allegra melodia tradizionale irlandese) come il cane dell’Ulisse di Joyce che appare in ben sei importanti citazioni come "il cane del cittadino".

Con questo romanzo l’autrice napoletana ha ottenuto l’anno scorso la menzione speciale del Premio Calvino e lusinghiere recensioni sulle pagine de L’Internazionale e nell'inserto culturale del Corriere della Sera La lettura.

L'evento, promosso dall'Associazione Cultura e Libertà con il contributo del Comune di Trieste e il patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Io sono Fvg, offrirà anche l'opportunità di illustrare l'attività svolta finora dal gruppo culturale e di fornire qualche anticipazione sulle future pubblicazioni e iniziative della casa editrice Italo Svevo in coincidenza con il decimo anno di attività a cura della nuova proprietà. Modera l'incontro, a cui parteciperà l'editore Alberto Gaffi, la giornalista Annalisa Perini.

Il concerto

L’evento prevede anche l'esecuzione di un breve concerto di musica classica per Trombone Solo eseguiti dal M° Sergio Bernetti:

  • Aste (Gian Paolo Luppi) ispirato ad un cartone animato della Walt Disney: "Paperino e i guai al Trombone";
  • Elegy for Mimmy II (Leonard Bernstein) dedicato alla bastardina del fratello del compositore, Burtie;
  • Piccolo poema (Franco Mannino) e
  • Arual (Filippo Cangiamila), il nome della moglie al contrario.

Presentazione realizzata da Italo Svevo Edizioni di Trieste in collaborazione con Triestebookfest e l’Antico Caffè San Marco Libreria e Ristorante.

L'ingresso è libero fino a esaurimento posti. L’evento sarà visibile anche in diretta streaming collegandosi al canale YouTube Carta Vetrata.

Il libro

A Ilias, cittadina immaginaria della Campania, si assiste a un’improvvisa moria di cani, forse un’antica profezia che si avvera. Il 16 giugno 2015 alle 23.45 muore anche Garryowen, cane buono di nobili origini, colpito da tre proiettili durante un’aggressione a Sauro Consilia, direttore del carcere sperimentale Dostoevskij. Il suo padrone, Mimì Nasone detto Figlio delle Stelle per il tatuaggio sull’occhio destro che ricorda il trucco di Paul Stanley, cantante dei Kiss, crede che le cose siano andate diversamente da come si racconta.

Ma la verità, che si nasconde tra le lussuose ville di via Belvedere, i meandri fatiscenti delle Case Rosse e i container dove vive l’umanità degradata di Cala Renella, lo obbliga a un aspro confronto con il proprio passato. Sono tante le storie che Luigia Bencivenga intreccia con una lingua allucinata eppure precisissima. Attori principali e comparse che emergono dal loro inferno quotidiano attraverso una narrazione il cui impeto dissacrante non risparmia nessuno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un venerdì pomeriggio tra cultura e musica a Palazzo Gopcevich

TriestePrima è in caricamento