menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Giovanni Aiello

Foto Giovanni Aiello

Giovani triestini per l'Europa: al via il progetto Part-y per valorizzare la città

Trieste come laboratorio di equità: un progetto finalizzato a rafforzare il coinvolgimento di giovani triestini under 25 nella vita democratica europea, promuovendo il diritto alla città e agli spazi pubblici in un'ottica di generation equality e inclusione sociale. Al via PART-Y, ecco come partecipare

PART-Y è un prestigioso progetto europeo del Programma Erasmus+ per la formazione di giovani sulle tecniche di partecipazione alla vita pubblica: la città di Trieste, attraverso il PAG Progetto Area Giovani, è stata selezionata come laboratorio di equità. Il progetto è finalizzato a rafforzare il coinvolgimento di giovani triestini under 25 nella vita democratica europea, promuovendo il diritto alla città e agli spazi pubblici in un'ottica di generation equality e inclusione sociale.

Come dichiara l’assessore ai giovani, Francesca De Santis: "Trieste avvierà con la primavera una serie di iniziative che daranno la concreta possibilità ai giovani di portare a realizzare, anche a livello istituzionale, le idee sul futuro di una città che risponda alle esigenze mutevoli della Generazione Z".

Come leggiamo nel comunicato sul sito del Comune di Trieste, i partner del progetto appartengono a sei diversi paesi europei: in Italia figura Trieste e l'associazione Kallipolis; la Slovenia con il Kulturno Izobra?evalno Društvo - PiNA e il Center mladih di Koper; la Francia con l'Association Des Agences De La Democratie Locale di Strasburgo; l'Irlanda con il Comune di Cork; la Svezia con il Comune di Umea; la Spagna con l'associazione Basurama di Madrid.

Obiettivi

"Il progetto è centrato sullo scambio di esperienze tra città, come luoghi cruciali nel sostenere il cambiamento a livello locale, modellando in senso positivo la vita di tutti i cittadini, con particolare attenzione ai giovani e alle donne. L'idea è di fornire ai giovani strumenti specifici e innovativi (come il placemaking), per entrare attivamente nei processi decisionali per la trasformazione di spazi cittadini, in un'ottica di 'generation equality' ovvero con attenzione alla parità di genere.

Saranno quindi organizzati dei laboratori formativi, centrati su approcci ludici e metodologie innovative, con base nei due centri giovanili di Trieste (Polo Giovani Toti) e Capodistria, con la possibilità per i partecipanti di accedere alla certificazione del percorso con un youth passport spendibile in termini di credito formativo".

Come partecipare

I giovani interessati, tra i 15 e i 25 anni, possono segnalare la loro disponibilità entro il 6 aprile 2021, inviando la propria adesione attraverso il form online dedicato.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Fonte Comune di Trieste

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

Festa della mamma: consigli e idee regalo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fedriga: "Non fossilizziamoci sul coprifuoco, riaprire in massima sicurezza"

  • Cronaca

    Appartamento "centrale di spaccio" in piazza Foraggi: arrestato 36enne

  • Cronaca

    Turismo: da metà maggio arriva il green pass per viaggiare in Italia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento