rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
social

Cucina tradizionale: la ricetta degli "gnocchi de susini"

Degli gnocchi di origine boema che vennero introdotti sotto il dominio austro-ungarico in Friuli Venezia Giulia: ideali in questo periodo dell'anno, ecco a voi la ricetta dei buonissimi e tradizionali gnocchi di susine, amati e largamente consumati a Trieste come primo piatto o dessert

Di indubbia origine austriaca, più (ironicamente) incerto il posizionamento "temporale" di questa pietanza a tavola: primo piatto o dessert? Degli gnocchi di origine boema che vennero introdotti sotto il dominio austro-ungarico in regione, gli gnocchi di susine sono uno dei piatti che caratterizzano la tradizione culinaria del Friuli Venezia Giulia. Una lunga e antica storia caratterizza questo piatto: le susine erano infatti una delle coltivazioni più diffuse sopratutto sul confine sloveno, come testimonia anche la produzione della Slivovitz, il distillato di susine. Delle palline di pasta di patate ripiene di susine, con un cuore di pane croccante. Una pietanza che può esser servita sia come primo piatto che come dessert.

Come primo piatto, gli gnocchi vengono solitamente conditi con burro e pane grattugiato oppure, vengono utilizzati come accompagnamento a selvaggine (cinghiale o capriolo). Viene invece servito come dolce quando assieme al burro viene aggiunto zucchero e cannella.

Un piatto che ricorda l'infanzia: nella tradizione popolare è infatti solito dire che quando un figlio sarà in grado di mangiare più gnocchi del papà, sarà diventato adulto. Semplici e veloci da preparare, ecco la ricetta.

Ingredienti

  • 1 kg di patate;
  • 1 kg di prugne;
  • 250 gr di farina;
  • 30 gr di burro;
  • 1 tuorlo d'uovo.

Procedimento

Come prima cosa, lavate le patate strofinando leggermente la buccia per eliminare completamente i residui di terra. Mettetele in una pentola coperta di acqua e lessatele a fuoco medio per circa 40 minuti. Una volta che si sono ben ammorbidite, sbucciatele e passatele nello schiacciapatate. Salatele e lasciate intiepidire il composto. Fate un incavo nel centro del composto e aggiungete la farina, l’uovo e il burro sciolto.

Lavorate dunque l’impasto e stendetelo su un piano infarinato. Formate delle sfere grandi - circa come una pallina da ping pong - al cui interno inserire una prugna. Infine, per quanto riguarda la cottura, immergete gli gnocchi in una pentola di acqua bollente salata. Quando vengono a galla, scolateli con una schiumarola. Condite a vostro piacimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucina tradizionale: la ricetta degli "gnocchi de susini"

TriestePrima è in caricamento