Cucina carsolina: la ricetta della putizza, il dolce tipico delle feste

La putizza è un buonissimo e tipico dolce triestino, in particolare della cucina carsolina, che viene solitamente consumato durante le feste. Ecco a voi la ricetta per trascorrere la Pasqua con dolcezza

La putizza è un tipico dolce triestino, in particolare della cucina carsolina, che viene consumato solitamente durante i periodi di festa. Un dolce buonissimo, simile alla Gubana ma più ricco di ingredienti. La tradizione triestina racconta che la prima putizza venne presentata nel 1864 agli arciduchi austroungarici Massimiliano I del Messico e Carlotta del Belgio durante una festa organizzata al castello di Miramare. A proposito del nome, il prof. Kuhar ha ricordato, durante un convegno del 1996, l’origine slovena del dolce risalente al Medioevo e già descritta nei ricettari della borghesia viennese nel XVIII secolo: il nome prende spunto dalla sua forma e proviene, infatti, dal termine «potica», o meglio dal verbo «poviti», ovvero avvolgere, arrotolare. Siamo in periodo di festa, dunque, ecco a voi la ricetta.

Ingredienti

  • 500 grammi di farina di tipo 00;

  • 4 uova;

  • 50 g di burro;

  • 100 g di zucchero;

  • 40 g di lievito di birra;

  • 1 bicchiere di latte;

  • 1 scorza di limone da grattugiare;

  • 1 pizzico di sale.

Per il ripieno:

  • 50 g di noci;

  • 50 g di burro;

  • 50 g di nocciole;

  • 50 g di uvetta passolina;

  • 50 g di cioccolato;

  • 50 g di zucchero;

  • 60 g di scorzette di cedro e arancia candite;

  • q.b. rum;

  • 1⁄2 bicchiere di latte.

    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...

Procedimento

Sciogliete il lievito con mezzo litro di latte tiepido. Mescolatelo in una ciotola insieme a 250 g di farina e 50 g di zucchero ed amalgamate tutti gli ingredienti. Fate lievitare il composto per 1 ora. Trascorso il tempo, fate fondere il burro ed unitelo all'impasto. Aggiungete poi il resto dello zucchero, della farina, un pizzico di sale, il resto del latte, la scorza di limone e le uova. Impastate bene e stendete la pasta con il matterello, su un foglio di carta da forno, per ottenere una sfoglia rettangolare di 1-2 cm di spessore.
Per il ripieno: immergete l'uvetta nel rum per 15 minuti, scolatela e tenetela da parte. Montate il burro morbido e incorporate le noci e le nocciole, il cioccolato a scagliette, i canditi, l'uvetta strizzata e impastate bene. Stendete il ripieno sulla sfoglia, avvolgeteci intorno la pasta e ripiegate i bordi arrotolando il cilindro ottenuto a spirale. Trasferite la carta da forno con il dolce nello stampo e cuocete in forno caldo a 160° per 1 ora.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da domani mascherine non più obbligatorie all'aperto e a distanza

  • Geranio: i consigli per farlo crescere rigoglioso e forte

  • "Frontiere aperte solo per i residenti in Fvg", l'apertura del premier sloveno

  • Addio alle mascherine all'aperto, ma a distanza di sicurezza: Fedriga firma l'ordinanza

  • Grave incidente a Capodistria: motociclista triestino perde una gamba

  • Dall'altra parte del confine, parlano i titolari delle gostilne slovene: "Situazione disastrosa"

Torna su
TriestePrima è in caricamento