social

Cucina triestina: la ricetta dei sardoni in savòr

I sardoni in savòr sono una tipica ricetta della tradizione triestina. Spesso servito come antipasto, questo piatto ha origini antichissime ed è amato da grandi e piccini. Ecco come prepararlo

Foto originalitaly.it

I sardoni in savòr sono una tipica ricetta della tradizione triestina nata dall’esigenza di poter conservare il più a lungo possibile i buonissimi sardoni pescati nel Golfo. Spesso servito come antipasto, questo piatto ha origini antichissime ed è amato da grandi e piccini. Ecco come prepararlo.

Ingredienti

  • 1 kg di sardoni;

  • Farina;

  • 1 cipolla;

  • ½ bicchiere d’aceto;

  • Alloro;

  • Sale q.b;

  • Olio per friggere.

Procedimento

Per prima cosa, pulite i sardoni eliminando la testa e le interiora, lavateli, scolateli e passateli nella farina per friggerli in abbondante olio. Tritate la cipolla e soffriggetela in un po’ d’olio usato per la frittura affinché diventa tenera e poi versare l’aceto. In una terrina mettete uno strato di cipolla ed uno di sardoni fino a finire i due ingredienti (l’ultimo sarà di cipolla con due foglie d’alloro). Consumate subito, o - ancora meglio - lasciate per qualche ora a riposo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucina triestina: la ricetta dei sardoni in savòr

TriestePrima è in caricamento