← Tutte le segnalazioni

Degrado urbano

Pulire le foglie all'interno di un cantiere? Acegas: "No se pol"

Via San Cilino, 63 · Trieste

Da tempo in via San Cilino, all’altezza del civico 63, è stata posta una struttura di tubi (recintata da una rete metallica a trama larga) atta a sostenere una piccola parte del muro di cinta dell’ex OPP; data la stagione autunnale e la presenza di molta vegetazione, tale spazio si è via via riempito di una notevole quantità di foglie e rami che non vengono asportati. Interpellata a questo proposito ACEGASApsAmga (tramite “Il Rifiutologo”), ha risposto che all’interno di un cantiere i loro operatori non possono intervenire. Chi allora ha il compito di farlo? Oppure bisogna aspettare che il cumulo di foglie, immondizie e sporcizia varia attiri animali di vario genere e quindi diventi un problema di natura igienica? Si veda foto allegata Lucio Sinibaldi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Se è un cantiere ci dev'essere la tabella con i numeri dei responsabili da chiamare; se diventa un problema di igiene ed un rischio per la salute pubblica si fa intervenire la ASL (ora ASUGI) che constata il problema e contatta chi di dovere per la messa a norma, in caso può agire in autotutela per la pulizia e poi mandare il conto e la multa al responsabile (successo tante volte per le pozze d'acqua piene di zanzare tigre nei cantieri fermi). Altro discorso se invece è una "messa in sicurezza" temporanea, lì è responsabilità della proprietà che deve provvedere al ripristino del muro o all'allestimento di un cantiere. Purtroppo il buonsenso non va di pari passo con la normativa in certi casi.

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento