menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, un gruppo di attori e musicisti danno vita al teatro interattivo

Si chiama Playback Theatre ed è un teatro interattivo che ha come obiettivo creare rete tra le persone attraverso l’arte e la narrazione.

Anche se ci troviamo in zona è rossa, loro continuano on line, con l’obiettivo di permettere a più persone possibile di partecipare alle prove aperte, di raccontare le proprie storie e rivederle messe in scena immediatamente, attraverso musica e teatro. Stiamo parlando del Playback Theatre, in italiano Teatro della Restituzione. Un teatro interattivo che ha come obiettivo creare rete tra le persone attraverso l’arte e la narrazione. “Continuiamo ad allenarci, a mantenere alta la nostra attenzione, l’ascolto, la creatività nell’ immaginare come ricreare ciò che ci viene raccontato ed immediatamente riportarlo attraverso lo strumento del teatro, della danza e della musica.” Ci spiega la conduttrice Isabella Peghin, danz-attrice e ideatrice del progetto. Con lei un ricco gruppo di attori e musicisti, alcuni di professione e alcuni per passione, ma tutti accomunati dal un lungo training basato sulle tecniche di Playback Theatre. “Partecipare ad una performance di Playback Theatre è come bere una tazza di cioccolata calda. Inizi molto emozionato e timido e poi ti senti riscaldato e vorresti berne ogni giorno”, racconta Elisa, una persona del pubblico. On line è un po’ diverso che dal vivo, ci dicono gli attori e i musicisti Valentino Pagliei, Andrea Neami e Massimo Serli, ma le persone che partecipano sono ugualmente entusiaste e si sentono parte di un gruppo, di una condivisione artistica che attraverso il teatro, il movimento e la musica mette in scena quei copioni non scritti, ma raccontati dagli stessi protagonisti. "Vedersi nella storia dell'altro, vedere nuovi punti di vista della propria storia, permette di aprire le prospettive, di arricchirsi" dice Ada, spettatrice straniera per la prima volta ad una performance. "Stiamo sperimentando nuove forme espressive e ci accorgiamo che on line possono esserci alternative creative interessanti", ci confermano le attrici Monica Falcomer e Claudia Spagnolo. Del gruppo fanno parte anche i perfomers Lilia De Mattia, Chiara Ambrosi, Franca Costa, Bruno Rosset, e il musicista Antonio Piccione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il deserto del Sahara ricoperto di neve: le foto sono virali

Arredare

Come arredare casa in perfetto stile boho chic

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Fvg, 679 nuovi contagi e 24 decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento