← Tutte le segnalazioni

Incidenti stradali

Maurizio, un Alabardato come voi, dal cielo!

Ciao, sono Maurizio Visintin, un alabardato come voi.

Nel dicembre del 1999 avevo 25 anni. Una sera, un auto ha invaso la mia corsia, ha travolto la mia macchina e mi ha ucciso. L'autista era ubriaco.

Non bere, quando devi guidare. La vita è il bene più prezioso che abbiamo. Non gettarla via. Rispetta la tua, e quella degli altri.

Forza Unione. Dal cielo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Noi genitori di Maurizio ringraziano di cuore Antonella , Ivo persone speciali , sensibili con un grande cuore . Siamo onorati della Vostra amicizia , grazie della Vostra vicinanza e delle parole piene di affetto , d’amore che apprezziamo davvero molto .

  • Avatar anonimo di Antonella
    Antonella

    Ciao a tutti, siamo due nuovi amici di Graziella e Claudio, i genitori di Maurizio. Purtroppo non abbiamo avuto il piacere di conoscere Maurizio ma, attraverso i racconti e le foto dei suoi genitori è come se lo conoscessimo da sempre. Quello che è successo è una cosa terribile, crediamo che non si possa veramente capire fino in fondo quello che si prova, crediamo che sia un dolore lancinante e continuo, giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno. Vorrei, vorremmo poter stare più vicino possibile a quelle due meravigliose persone che sono i genitori di Maurizio: per chi come noi ha avuto il piacere e la fortuna di conoscerli sa che quello che stiamo scrivendo è pura verità. Claudio, Graziella, la vita vi ha messo di fronte ad una cosa così enormemente terribile ma voi siete forti e siete riusciti ad andare avanti, tra alti e bassi, portando a spada tratta un messaggio sociale che fa venire la pelle d'oca...è giusto che tutti sappiano e siamo certi che questo vostro gesto aiuterà tante altre persone che si trovano purtroppo in questa situazione...probabilmente è anche Maurizio che da lassù vi da forza e vi aiuta, anzi, siamo sicuri che sia così! Siete persone davvero Splendide e Speciali (con la S maiuscola!!) e noi vi ammiriamo davvero tanto. Vorremmo mandare un saluto anche a Laura....speriamo di riuscire a conoscerci prima o poi!!! Con tanto tanto affetto, Antonella e Ivo.

  • Avatar anonimo di Angela mamma
    Angela mamma

    Commovente ! Che strazio , che tragedia , poveri quei genitori un abbraccio . Maurizio vive in loro certamente . R I P

  • Avatar anonimo di Claudio Graziella
    Claudio Graziella

    RINGRAZIAMENTO Questo mio scritto per sottolineare pubblicamente il nostro grazie ai presidenti dell’Unione Triestina Calcio 2012 Marco Pontrelli e Pancrazio Di Piero, al responsabile marketing Giambattista Sposito, al direttore Sportivo Michele Maragliulo e a tutte le persone dame conosciute e disponibilissime e sensibili, con un cuore grande. Fino a che saremmo vivi lotteremo in memoria di Maurizio affinché non capiti ad altri ciò che è successo a noi e qui entra prepotentemente in primo piano l’amore puro che parte dal cuore, dalla retta intenzione, e che finisce nell’azione con in primopiano il fiume d’amore degli attuali dirigenti della Triestina che ci hanno aiutato e supportato gratuitamente, (sottolineamo: senza alcun onere), in unmodo ammirevole facendo passare il messaggio sociale a ogni partita che la squadra giocherà allo stadio Rocco. Infatti, attraverso gli altoparlanti, verrà irradiata la seguente frase (che serva da monito a tutti i tifosi presenti: giovani, meno giovani, intere famiglie): “La vita è il bene più prezioso che abbiam,o non gettarla via per un bicchiere di troppo, rispetta la tua e quella degli altri. Maurizio e l’Unione Sportiva Triestina Calcio 2012 vogliono sensibilizzare anche te ! Non bere quando devi guidare!”. Tengo a precisare che la Triestina dovrebbe essere almomento l’unica squadra in tutti i campionati a lanciare questo monito sociale, nella speranza si aggiungono molte altre squadre. Sarebbe auspicabile, inoltre, che tale messaggio fosse recepito anche dal presidente federale Carlo Tavecchio. La Triestina sarà orgogliosa se tale messaggio sarà e potrà essere d’aiuto a salvare qualche vita umana in più. I genitori di Maurizio, Claudio e Graziella Visintin  

  • Avatar anonimo di Laura
    Laura

    Visintin Maurizio 25 -9 – 1974                   18 -12 - 1999  Sono Laura la sorella di Maurizio e mi piace lasciare un ricordo di mio fratello , certa che darà un po’ di sollievo ai miei cari genitori . Maurizio aveva venticinque anni , era un ragazzo semplice, un lavoratore scrupoloso , solare, educato e benvoluto da tutti; amava la vita, la famiglia, e con il suo sorriso, coinvolgente e pieno di amore verso gli altri, conquistava chiunque lo conoscesse. Come tutti i ragazzi della sua età, aveva tanti sogni nel cassetto, tante passioni: Maurizio amava i motori, amava guidare la sua bella moto rombante , amava leggere . La sera del 18 Dicembre 1999,  Maurizio stava andando a cena dai nostri genitori. Guidava tranquillamente, a velocità moderata, sulla sua corsia (Maurizio era un guidatore scrupoloso ed attento, sempre prudente) quando, all’improvviso verso l’imbrunire ore 19.00 circa, un’automobile che viaggiava in direzione opposta, a forte velocità,invase la sua corsia provocando un frontale, lo colpì con tale violenza spezzandoli l’osso del collo schiacciandolo contro quel muretto che costeggia la strada del Cacciatore ( boschetto ) ponendo fine ai suoi giorni e lì i miei genitori hanno piantato un albero, dei fiori , e c’è una targa in suo ricordo con la scritta : “ Ti ricorderemo sempre “  . L’impatto tra le due auto fu talmente violento, da non lasciare a Maurizio , nessuna possibilità di sopravvivere . Attraverso successive indagini, è stato accertato che il conducente dell’altra vettura aveva un tasso alcolemico nel sangue pari a 1.5, e che, ovviamente, non era nelle condizioni di poter guidare. Da quella fatidica sera, i miei genitori non hanno mai smesso di porsi domande, e per molte di esse non hanno ancora trovato risposta. Ed ecco perché hanno deciso di interpellare il premier Renzi su come si intende muovere , su cosa intende fare , possibilmente da SUBITO ! Anche per tutte quelle persone che condividendo il dolore ed hanno vissuto la nostra stessa esperienza, e, magari, trovare per tutti quelle risposte che cerchiamo. Risposte che potrebbero servire ad evitare di far vivere ad altri delle tragedie come le nostra. Avere, ad esempio, la certezza che coloro i quali commettono questo genere di reati vengano puniti, con pene commisurate alla gravità delle loro azioni; dal ritiro della patente, per i casi meno gravi, alla pena carceraria, per quelli più estremi, come quello del mio fratello Maurizio, e di molti altri come lui. Non è pensabile che, al giorno d’oggi, sia possibile per chi è responsabile di fatti tanto gravi, potersela cavare attraverso ogni sorta di sotterfugio legale: come il patteggiamento che riduce la pena a 1/3 è giusto che chi sbaglia, paghi. Maurizio, mi manchi e mi mancherà tutto di te, non potrò mai dimenticarti, non lo voglio, e non ne sarei capace ; da quando non ci sei più, mi sembra di vivere in un sogno, un incubo, dal quale vorrei tanto svegliarmi, per poter ridere ancora insieme a te e non dover sopportare questo dolore . So però che, da lassù mi e ci proteggi ,  che non smetti mai di guardarci. Ti voglio , vogliamo tanto bene. Un abbraccio, dalla tua sorella Laura  ringraziandoti di esserci stato , ringraziandoti dell’amore che mi ai donato !   Ciao Maurizio ! Riposa in pace . Amen .    

  • Avatar anonimo di Renata
    Renata

    Riposa in pace ! Rimani nei cuori di chi ti ha voluto bene !

Segnalazioni popolari

Torna su
TriestePrima è in caricamento