Lunedì, 18 Ottobre 2021
social

La ricetta perfetta per preparare lo spritz, l'ottimo aperitivo del Triveneto amato in tutto il mondo

Un'usanza dalle origini antiche, diffusasi in breve tempo tra la popolazione locale di tutto il Nord-Est e conservatasi pressoché inalterata, oltre che in Veneto, anche in Friuli Venezia Giulia e in Trentino. Ecco la ricetta originale del famoso spritz, ideale per un aperitivo

Lo spritz è un long drink perfetto per l'aperitivo, un cocktail alcolico veneto, popolare e molto amato nel Triveneto, dunque anche a Trieste. L'origine dello spritz è ricondotta all'usanza delle truppe dell'Impero austriaco di stanza nel Regno Lombardo-Veneto di allungare i vini locali, di elevata gradazione alcolica, con seltz o acqua frizzante. Da qui l'origine del nome, che deriva dal verbo tedesco austriaco spritzen, che significa "spruzzare", cioè compiere il gesto di allungare il vino con l'acqua frizzante. Di tale usanza, diffusasi in breve tempo tra la popolazione locale e conservatasi pressoché inalterata anche in Friuli Venezia Giulia e in Trentino, rimane eco anche presso gli anziani di altre località del Nord.

Come cocktail lo spritz nasce presumibilmente tra gli anni venti e trenta del Novecento tra Venezia e Padova, quando si pensò di unire a tale usanza l'Aperol (prodotto padovano nato nel 1919) o il Select (prodotto dai fratelli veneziani Pilla). Diviene popolare prima a Venezia e a Padova e, a partire dagli anni settanta, in tutto il Veneto, mentre dal 2011 è stato ufficializzato dalla IBA (associazione internazionale dei barman),  fondata in Regno Unito nel lontano 1951, prima con la denominazione di "spritz veneziano", poi semplicemente come "spritz".

Aperitivo in zona rossa? Lo spritz in lattina arriva nei supermercati

Se le dispute sulla paternità tra Padova e Venezia sono infinite e irrisolvibili, ci sono due ricette per lo spritz: la ricetta veneziana dello spritz e la ricetta internazionale. Ecco le due varianti.

Spritz, la ricetta veneziana

  • 1/3 di vino bianco secco o prosecco;

  • 1/3 di bitter (Aperol, Select, Campari);

  • 1/3 di acqua frizzante.

Il cocktail va versato in un tumbler, un bicchiere basso, tipicamente da cocktail, con una fetta di arancia.

Spritz, la ricetta internazionale

Un po' più selettiva, invece, la versione riconosciuta ufficialmente dalla IBA, che prevede:

  • 1/3 di prosecco;

  • 1/3 di Aperol;

  • 1/3 di acqua frizzante o seltz.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ricetta perfetta per preparare lo spritz, l'ottimo aperitivo del Triveneto amato in tutto il mondo

TriestePrima è in caricamento