Mercoledì, 27 Ottobre 2021
social

La Stazione Meridionale, antenata dell'attuale Stazione Centrale

La prima stazione, quella conosciuta come Meridionale, fu inaugurata nel 1858 e rappresentava il capolinea dell'importante tratta Trieste-Vienna. La stazione Centrale, dall'aspetto che attualmente conosciamo, fu inaugurata nel 1878 ma completata definitivamente nel 1888

Quella che ad oggi conosciamo come Stazione Centrale, un tempo si chiamava Stazione Meridionale. Prese il suo nome dalla tratta principale di cui ne era capolinea, la Linea Meridionale, ovvero la Trieste-Vienna. che fu inaugurata il 27 luglio 1858. Progettata da Carlo Ghega, alla posa del suo primo mattone, nel maggio del 1850 fu presente l'Imperatore Francesco Giuseppe. L'opera venne da subito vista come un progetto colossale, che avrebbe cambiato l'assetto della città: per la sua costruzione infatti fu interrato un ampio tratto di mare e furono demoliti molti edifici. Sia la tratta principale che tutto l'impianto ferroviario fu controllato fino al 1858 dalle Ferrovie di Stato meridionali austriache (Südlichen Staatsbahn) per poi diventare di proprietà della società privata Südbahn.

All'inizio la struttura era di dimensioni modeste ma negli anni a seguire, grazie agli importanti traffici commerciali e alla crescita della città stessa, fu presa la decisione di costruire un nuovo corpo principale. Per fare ciò fu necessario deviare gli ultimi due km della tratta su di un nuovo percorso e abbassare il piano della stazione al livello portuale dato che il primo corpo si trovava 10 metri più in alto del porto. Un nuovo e più elegante edificio in stile neo rinascimentale fu dunque progettato dall'architetto Wilhelm von Flattich, caratterizzato da un ingresso e da un atrio maestoso. La nuova stazione fu inaugurata il 19 giugno del 1878 ma completata definitivamente nel 1888.L’edificio è in stile neo-rinascimentale ed è composto da un corpo centrale a due piani con accesso principale su Piazza Libertà e due secondari su Viale Miramare e su Via Flavio Gioia. La facciata principale presenta un corpo centrale con due torrette laterali, dotate di finestre decorate con un timpano triangolare. 

Suggestiva e interessante una descrizione trovata nel blog di danieledemarco.com che racconta come si venne descritta la Stazione Centrale il giorno dell'inaugurazione, nella sua nuova e più ampia veste: "Decoro e benissimo disposto ne è l’edificio. Cinque ampie porte, il cui accesso è riparato da una tettoia di ferro e vetro, mettono al vestibolo principale, di cui a destra havvi la dispensa dei viglietti, a sinistra il buffet coi corridoi, che conducono alle sale d’aspetto, e nello sfondo dietro le colonne il luogo per la consegna dei bagagli. Da qui i viaggiatori passano nell’ampia galleria coperta, in cui i due binari a sinistra sono destinati pei treni di partenza, e lo spazio che li divide, al carreggio dei bagagli col minor possibile incomodo dei passeggeri. I binari a destra sono destinati ai treni di arrivo, pei quali in prolungazione della galleria c’è una veranda a riparo dei viaggiatori. Lasciando il treno i viaggiatori ritirano i bagagli dal cancello a sinistra, passando pel vestibolo di uscita in fianco all’edificio, e riescono all’aperto ove protetti da una tettoia possono salire nelle carrozze e omnibus ivi appostati".

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Stazione Meridionale, antenata dell'attuale Stazione Centrale

TriestePrima è in caricamento