rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Per rispettare le tradizioni

Titole e nidi ai bambini triestini: la ricetta della tradizione pasquale

Questi due dolci, tipicamente destinati ai bambini, sono ottenuti intrecciando l’impasto della pinza e inserendovi all'interno un uovo sodo decorato. Ecco la ricetta della tradizione

Una tradizione antichissima, portata avanti da generazioni, è quella di preparare durante le festività pasquali le titole e i nidi (gnezda) con la pasta della pinza. Questi due dolci, tipicamente destinati ai bambini, sono ottenuti intrecciando l’impasto della pinza e inserendovi all'interno un uovo sodo che viene decorato. Per usanza, le titole erano destinate alle ragazze, mentre i nidi ai ragazzi. Oggi vi proponiamo l'antica ricetta proposta dal sito alberghiera.it.

Ingredienti

Per 4 persone:

  • farina 00 500 gr;
  • lievito di birra 16 gr;
  • zucchero 40 gr;
  • uova 3;
  • burro 60 gr;
  • latte 1/2 bicchiere;
  • vino bianco dolce q.b.
  • mezza scorza di limone grattugiata;
  • tuorlo 1;
  • sale q.b.
  • uova sode colorate con gli appositi coloranti alimentari 4;
  • acqua q.b.

Procedimento

Sciogliete il lievito nel latte intiepidito. Impastate un quarto della farina con il lievito e con 1 cucchiaio di zucchero. Coprite con un tovagliolo e lasciate lievitare. Dopo 1 ora aggiungete all’impasto un altro quarto di farina, metà del restante zucchero, metà del burro e 1 uovo. Impastate con forza e abbastanza a lungo. Coprite con un tovagliolo e lasciate lievitare per 2 ore.

Riprendete l’impasto e aggiungetevi un pizzico di sale, il resto della farina, dello zucchero, del burro, 2 uova, la scorza del limone grattugiata. Impastate finché la pasta diventa completamente liscia e non appiccicosa. Lasciate di nuovo lievitare in un posto caldo finché il volume raddoppia.

Dividete la pasta in vari rotolini di circa 30 centimetri di lunghezza, intrecciateli a tre a tre; nell’intreccio di testa inserite un uovo sodo e unite bene i lembi della pasta. Spennellate la superficie delle trecce con il tuorlo. Mettete in forno preriscaldato a 250° per 10 minuti. Abbassate il forno a 200°C e continuate la cottura per altri 30 minuti circa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titole e nidi ai bambini triestini: la ricetta della tradizione pasquale

TriestePrima è in caricamento