rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
social

Tra le regioni italiane con la migliore condizione del trasporto privato il Friuli Venezia Giulia ottiene il terzo posto

Per stilare la classifica delle regioni sono stati selezionati una serie di fattori: difficoltà di parcheggio, illuminazione stradale, traffico e condizioni delle strade

Ecco il resoconto, con il 2021 appena terminato e l'inizio del nuovo anno, sulle condizioni del trasporto privato delle regioni italiane: il Friuli Venezia Giulia si è posizionato al terzo posto tra le regioni con la migliore condizione del trasporto privato. Al primo posto Valle d'Aosta e al secondo il Trentino Alto Adige.

Questo è quanto emerge da uno studio di prontobolletta che per l'analisi ha preso in considerazione quattro differenti parametri. Si sono basati su dati Istat che riportano le opinioni di un campione di popolazione regione per regione su differenti ambiti legati alla mobilità privata. Per stilare la classifica delle regioni sono stati selezionati una serie di fattori: difficoltà di parcheggio, illuminazione stradale, traffico e condizioni delle strade.

Triennio 2018-2021

In particolare, è interessante analizzare l'evoluzione delle condizioni stradali del Fvg durante il triennio 2018-2021. Nel 2018, l'indice di insoddisfazione era del 36,33 per cento. Nell'anno successivo quest'ultimo ha visto un andamento negativo rispettivo al valore precedente, dovuto alle peggiori condizioni stradali. La regione, infatti, ha raggiunto nel 2019 un indice di insoddisfazione del 39,25 per cento. La situazione ha poi continuato a migliorare nella regione fino al 2020, ultimo anno di rilevazione, con una rispettiva variazione del -17,26 per cento, che ha portato alla diminuzione dell'indice di insoddisfazione dei cittadini e ad un valore finale del 32,48 per cento.

Le possibili soluzioni

Il 2020 e la pandemia hanno portato ad una nuova visione del mondo, in una chiave più green e sostenibile. Questa mentalità porterà a risolvere le situazioni in una maniera più innovativa ed efficace. Seguendo l’esempio della città di Parigi, anche in Italia sta prendendo piede il modello Città dei 15 minuti, secondo cui si vuole fornire al cittadino ogni attività quotidiana in un raggio di 15 minuti.

Quest’idea innovativa permetterebbe soprattutto un minore inquinamento, dato che si privilegerebbe lo spostamento a piedi o in bicicletta. Il trend generalmente positivo della situazione stradale italiana, come si evince dalla classifica, è sinonimo di un complessivo miglioramento dovuto alla messa in pratica di azioni sempre più green e collettive. Si parla molto di mobilità sostenibile e di come diverse città europea stiano pianificando nuovi piani di mobilità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra le regioni italiane con la migliore condizione del trasporto privato il Friuli Venezia Giulia ottiene il terzo posto

TriestePrima è in caricamento