menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza Unità d'Italia - Foto Giovanni Aiello

Piazza Unità d'Italia - Foto Giovanni Aiello

L'Italia compie 160 anni: il 17 marzo si festeggia l'Unità

Il percorso che ha portato all'Unità d'Italia è stato lungo e tortuoso, caratterizzato da trasformazioni economiche e sociali, da movimenti culturali e letterari che tra la fine del Settecento e l'inizio dell’Ottocento portarono il nostro bel Paese dal secolare frazionamento politico all'unità

L'Italia compie oggi 160 anni. Tanto tempo è passato dal 17 marzo 1861 quando Re Vittorio Emanuele II da ultimo Re del regno di Sardegna divenne il primo Re d'Italia con la promulgazione della legge n. 4671 del Regno di Sardegna. 

Torino fu la prima capitale del Regno d’Italia dal 1861 al 1865, protagonista del Risorgimento Italiano grazie al primo presidente del Consiglio, Camillo Benso Conte di Cavour, ai valorosi mille guidati da Giuseppe Garibaldi e a  tutti coloro che, uomini donne, hanno combattuto e si sono impegnati per fare l’Italia e contribuire al suo processo di unificazione.

Fu proprio Cavour a presentare a Palazzo Carignano, prima sede del Parlamento Subalpino, poi del primo parlamento nazionale, una proposta di legge composta da un solo articolo, che ufficializzò la nomina di Vittorio Emanuele a Re d’Italia. Il 17 marzo in parlamento venne proclamata la nascita del Regno d'Italia: Vittorio Emanuele II assume per sé e per i suoi successori il titolo di Re d'Italia.

Vittorio Emanuele di Savoia continuò a essere II e non I, come segno della continuità della dinastia di casa Savoia che aveva realizzato l'unificazione italiana e della continuità del sistema costituzionale.

Il percorso che ha portato all'Unità d'Italia è stato sicuramente lungo e tortuoso, caratterizzato da trasformazioni economiche e sociali, da movimenti culturali e letterari che tra la fine del Settecento e l'inizio dell'Ottocento portarono l'Italia dal secolare frazionamento politico all'unità, dal dominio straniero all'indipendenza nazionale, dall’assolutismo monarchico allo Stato liberale e costituzionale. Unificazione che fu completata solo negli anni seguenti con l'annessione del Veneto e della provincia di Mantova (1866), del Lazio (1870), di Trento, Trieste, Istria e parte della Dalmazia (1919).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 277 casi e sette decessi, calano ricoveri e isolamenti

  • Cronaca

    Ristori per far fronte alla crisi, le osmize riceveranno 700 euro

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento