menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Yousit, la protezione contro virus e batteri per sedere nei luoghi pubblici

Yousit, "cover antivirale ed ecosostenibile per tutte le sedute pubbliche" sarà lanciata domani - 27 gennaio 2021 - sul sito di crowdfunding Produzioni dal Basso. Ecco l'invenzione e chi l'ha ideata

Con l'arrivo della pandemia è aumentato a dismisura l'incubo di intercettare virus e batteri ovunque. Un problema diventato ricorrente per moltissime persone in qualsiasi luogo pubblico. Insomma, precauzioni e grande attenzione sono all'ordine del giorno.

Proprio per far fronte a tutto ciò, - come leggiamo su PerugiaToday - la designer Daniela Lefoer, trentina d’adozione, ha pensato ad un presidio che possa proteggere da acari, batteri, virus, funghi, polvere, o semplicemente dallo sporco presente sui sedili dei mezzi e di tutti quei luoghi dove è necessario prestare attenzione. Si chiama Yousit, "cover antivirale ed ecosostenibile per tutte le sedute pubbliche" e sarà lanciata domani - 27 gennaio 2021 - sul sito di crowdfunding https://www.produzionidalbasso.com per finanziarne la produzione.

Come funziona

Yousit è una cover universale regolabile, pratica e facile da utilizzare, si applica in pochi secondi e permette di tutelare la persona da batteri e virus. L'articolo è in cotone organico certificato GOTS da Icea, lavorato in Italia e i cascami sono desinati al riciclo, con packaging compostabile. Inoltre, il prodotto è trattato con antivirale ed antibatterico al fine di renderlo sempre pulito ed esente da lavaggio a macchina. La miscela usata è VIRALOFF di Polygiene, un trattamento permanente che dura anni. Sarà efficace? Come leggiamo, oltre il 99% dei virus nell'arco di due ore cessa la propria attività, secondo lo standard internazionale ISO18184:2019 (SARS-CoV-2, H3N2, H1N1).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento