rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Speciale

A Parola data: "Diamanti, Catene e Dossier"

Indagini giudiziarie e lotte intestine all’interno della Lega Nord, così si potrebbe stringatamente ed esaustivamente definire quanto sta succedendo in questi giorni al movimento politico fondato da Umberto Bossi una ventina di anni fa.Sembra...

Indagini giudiziarie e lotte intestine all'interno della Lega Nord, così si potrebbe stringatamente ed esaustivamente definire quanto sta succedendo in questi giorni al movimento politico fondato da Umberto Bossi una ventina di anni fa.

Sembra quasi che ogni stagione politica in questo benedetto Paese non possa durare più di un ventennio; anche all'epoca del centrismo democristiano, subito dopo l'avvento della Repubblica, si rispettava questa tempistica: come se la politica cambiasse con l'arrivo al mondo di una nuova generazione.
Erano altri anni e c'erano anche altri uomini a gestire la cosa pubblica, ma quel che è certo è che il potere resta sempre il potere e che la lotta per il suo mantenimento è stata stabilmente aspra, solo che ai bei tempi della Prima Repubblica, la politica incrociava i ferri tra le fazioni - le correnti - con la celebrazione di memorabili congressi.
A colpi di voto si stabilivano incarichi, ruoli e definizioni conseguenti tra maggioranze e minoranze interne a ogni partito.
Poi, in rapporto con gli altri partiti, la regola era quella di presentare la propria linea "tutti uniti come un mazzo di ravanelli", tanto per usare una celebre espressione di Francesco Cossiga.

Ora che siamo tutti molto più moderni non è più così: l'avversario interno viene fatto fuori a colpi di dossier, almeno stando a quanto appena dichiarato da Roberto Maroni, oramai designato a segretario dal popolo leghista, dopo la convention di Bergamo della scorsa settimana.
"Qualcuno con i soldi della lega ha realizzato un dossier che ho visto - ha dichiarato Maroni - tutto questo è grave e dire che io ero Ministro dell'Interno e mi si accusava di fare dossier".
Già qui le notizie sono due, dossier presunti contro dossier reali.
Il riferimeno a "Qualcuno" fa intendere che Maroni se la prenda con quanti sarebbero più vicini a Umberto Bossi, quelli del "Cerchio magico" e che gli sono invisi e di come l'attuale fase giudiziaria altro non sarebbe che il risultato di opposte fazioni a colpi di dossier, evidentemente consegnati all'autorità giudiziaria che si
ritrova ora a fare quello che nella Prima Repubblica facevano i congressi, ovvero la selezione della classe dirigente.
Avvilente vero?
E dai fatti emergerebbe che a dossier, non si può che rispondere con un contro-dossier.
Mi spiego.
Se la guerra fraticida che sta vivendo la Lega Nord è iniziata con il defenestramento del suo segretario amministrativo, Francesco Belsito, il quale avrebbe investito i soldi dei rimborsi elettorali in proprietà all'estero e in diamanti, atti questi che da qualche parte devono essere stati iscritti, dimostrati, fotocopiati e comunicati,
allora la controparte non può che produrre mediante investigatori privati altre contrapposte voci per interessi privati in altre faccende riferite a Roberto Maroni.
Insomma, non se ne viene più fuori.

Pare di dire che anche questa è l'ennesima pagina di una nuova e perdurante stagione di processi e che molto probabilmente anche questi
- come quelli celebrati negli anni 90 - non porteranno a nulla, tranne a dire che il sistema è marcio, che tutti sono colpevoli.
La sensazione però è che mentre nella Prima Repubblica i partiti ottenevano finanziamenti per difendere il sistema occidentale da quello comunista, adesso, nella cosiddetta Seconda Repubblica, il fine è l'arricchimento di singoli personaggi.
Anche se piuttosto numerosi.
Naturalmente aspettando che i fatti vengano confermati o smentiti dagli organi giudicanti, costretti loro malgrado a svolgere il ruolo della bassa manovalanza politica, vale la pena di restare garantisti ancora una volta.
Intanto, inesorabilmente, sta passando anche questo ventennio.
E noi siamo un popolo di gente speranzosa.


Simone Momianesi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Parola data: "Diamanti, Catene e Dossier"

TriestePrima è in caricamento