Sport: Fedriga, ginnastica è modello sociale oltre il medagliere

Con 5000 tesserati in Fvg, sono stati celebrati oggi i 150 anni della Federazione Ginnastica d'Italia, il cui Comitato regionale ha festeggiato la ricorrenza nel Salone di rappresentanza del palazzo della Regione

La cerimonia per il 150esimo della Federazione Ginnastica d’Italia nel Salone di rappresentanza del Palazzo della Regione. Foto ARC Montenero

"Le attività della Federazione Ginnastica d'Italia danno vita a un modello che va al di là delle medaglie perché costituisce un esempio di sacrificio, di dedizione, di lealtà e di capacità di affrontare i fallimenti e le difficoltà senza i quali non si è forgiati ad affrontare le difficoltà della vita".

È la riflessione che il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ha portato in apertura della celebrazione dei 150 anni della Federazione Ginnastica d'Italia, il cui Comitato regionale ha festeggiato oggi la ricorrenza nel Salone di rappresentanza del palazzo della Regione.

"Un salone - ha ricordato Fedriga - che viene concesso solo a eventi di particolare spicco, a riprova di quanta importanza annettiamo al movimento della ginnastica, che a partire da una quotidianità fatta dell'impegno di volontari e di tante famiglie riesce a generare eccellenze come Alexandra Agiurgiuculese", l'atleta plurimedagliata dell'Associazione sportiva udinese che ha già staccato il biglietto per le Olimpiadi di Tokio. La ginnasta, presente in platea, è stata salutata da un caloroso applauso. Il governatore ha ricordato anche la fucina di talenti creata a Trieste dall'Artistica '81, società fondata da Fulvio Bronzi, che presiede il Comitato regionale.

La Federazione Ginnastica d'Italia, come ha evidenziato il suo presidente Gherardo Tecchi, ha superato in Italia la quota di 150mila tesserati, 5000 dei quali del Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia. "Numeri più che soddisfacenti - ha commentato l'assessore regionale Fabio Scoccimarro, intervenuto all'evento insieme al collega Pierpaolo Roberti - che speriamo possano ancora aumentare perché la ginnastica è una disciplina auspicabile per tutti, anche a livello di preparazione fisica".

Prima delle premiazioni delle tre società centenarie della regione - Ginnastica Triestina, Unione Ginnastica Goriziana e Associazione sportiva udinese - ma anche di dirigenti e atleti, il presidente del Comitato regionale, Bronzi, ha rievocato il ruolo privilegiato che il Friuli Venezia Giulia ha recitato fin dagli albori della ginnastica italiana: il fondatore della Federazione, Costantino Reyer, nacque proprio a Trieste nel 1838.

Alla cerimonia sono intervenuti, tra gli altri, oltre al sindaco di Trieste, il delegato del Coni, Ernesto Mari, e la scrittrice Ilaria Leccardi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento