Silenzio Assenzio: un piccolo Neo

Era notte fonda. Il termometro, un’ora prima aveva toccato punta trentanoveesei. Ero l’Eletto. A letto. Dovevo solo scegliere. Sudavo.Me ne ero ormai fatto una ragione, io avevo il dono. Morpheus mi aveva già offerto nel pomeriggio le pillole per...

Era notte fonda. Il termometro, un'ora prima aveva toccato punta trentanoveesei.
Ero l'Eletto. A letto. Dovevo solo scegliere.
Sudavo.
Me ne ero ormai fatto una ragione, io avevo il dono.
Morpheus mi aveva già offerto nel pomeriggio le pillole per conoscere la verità.

Con quella bianca tutto sarebbe tornato come prima ma avrei perso la possibilità di conoscere la verità.
Quarantaedue! Inizia il mio addestramento. Continuo a sudare.
Il mondo che ho abitato fin dalla nascita mi appare come un'illusoria realtà simulata, costruita per controllare la popolazione umana.
In Matrix mi sarei potuto svegliare alle dieci, colazione e in bici con mia figlia e mia moglie. Al Parco.
Altalena. Giornale. Pranzo all'aria aperta e riposino all'ombra dei pini. Copertina a scacchi. Passeggiata fino al mare. Qualche tuffo. Un gelato. Cena da amici, sul terrazzo. Un bicchiere di vino. Una partita a carte. I bambini a nascondino in giardino. I saluti. A casa, e una notte serena . Anche il giorno dopo. Anche il giorno dopo.
Quarantaecinque!
Mi appare l'oracolo. Ho il dono ma sembra che io stia aspettando qualche cosa. Forse una nuova vita.
Titubo. Forse non sono io.
Trinity , sempre al mio fianco,mi passa la pillola bianca. La febbre cala. Sudo. Cala. Tutto finito.
Trinity mi ricorda che entro le otto devo portare nostra figlia a scuola, che devo pagare la bolletta, che non c'è benzina in macchina, che devo passare dal commercialista, che il frigo e vuoto, che non ci sono camicie stirate, che ha perso il bancomat, che deve fare ore straordinarie sul lavoro, che parte la rata del mutuo.
« Matrix è ovunque. È intorno a noi. Anche adesso, nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra, o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai a lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo davanti agli occhi per nasconderti la verità. »
Potere del paracetamolo.
Ci avete mai pensato? Ne dubito.
E voi?
Non rimanete in silenzio.

P.R


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Via Giulia, trovati due cadaveri in un appartamento

  • Un mare di meduse di fronte a piazza Unità, le rive invase da migliaia di esemplari

  • Tragedia a San Giovanni, padre e figlio morti da settimane nella stessa casa

  • La Croazia riapre ai turisti: ecco le regole

  • Friuli Venezia Giulia in zona arancione da lunedì

  • Innamorato del cinema, dall'anima sensibile e giornalista: addio a Riccardo Visintin

Torna su
TriestePrima è in caricamento