menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le tre Gambe del Triskell Cominciano a Correre

Musiche, costumi, danze, tradizioni e magie degli antichi Celti ritornano a popolare il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste. Dal 17 al 26 giugno parte l'undicesima edizione del "Trieskell - Festival Celtico Internazionale di Trieste".Un programma...

Musiche, costumi, danze, tradizioni e magie degli antichi Celti ritornano a popolare il Boschetto del Ferdinandeo di Trieste.

Dal 17 al 26 giugno parte l'undicesima edizione del "Trieskell - Festival Celtico Internazionale di Trieste".

Un programma ricco anche di attività e di spettacoli, approfondimenti culturali e laboratori per adulti e bambini coinvolgerà i partecipanti alla manifestazione in un'atmosfera antica.

Protagonista indiscussa del festival la musica, quest'anno saranno numerosi i gruppi made in Italy, per far conoscere le proposte e il repertorio del mercato nazionale anche in questo genere musicale.

Da Torino i "Mater Dea" propongono un celtic-mystic-fantasy; dopo l'ottima accoglienza nella scorsa edizione ritornano le sonorità celtico e medioevali in chiave rock de "La Corte di Lunas" dal Friuli Venezia Giulia, mentre i "Wooden Legs", il gruppo Irish di Trieste più amato del festival, quest'anno sarà accompagnato dalla voce di Dorina di X Factor, ospite d'onore della serata.

Dalla regione arrivano anche gli "Arnwil", un gruppo di 5 elementi che propone musica tradizionale scozzese, bretone e irish dance music, mentre a chiudere il festival saranno i "Cisalpipers" dall'Emilia-Romagna, uno dei gruppi più divertenti e apprezzati dai fan del Triskell.

Austria, Germania e Serbia saranno i Paesi protagonisti delle proposte straniere del Triskell, che
non mancheranno di stupire anche quest'anno il pubblico del festival con sonorità nuove e
coinvolgenti.

Si parte con il rock celtico dei "Power Pipes" dall'Austria che con la loro energia pura
scateneranno il pubblico nella suggestiva cornice del Boschetto che circonda il palco, da Graz per
la prima volta in Italia gli "Shenanigans", musica tradizionale irlandese che grazie alle diverse
estrazioni musicali dei componenti del gruppo è caratterizzata da un sound unico.

Per gli appassionati del genere un raffinato celtic/jazz per "A Celtic Jazz Affair" dei tedeschi "Double
Tonic" con la splendida voce della leader del gruppo, la scozzese Yvonne Arnitz.

Non manca la componente "balcanica" che anche lo scorso anno ha ottenuto un ottimo consenso dal pubblico, in questa undicesima edizione, sempre da Belgrado (Serbia), arrivano, per la prima volta in Italia, gli"Irish Stew of Sindidun", uno dei migliori gruppi serbi di musica celtica con sfumature punk-rock.

Ancora dall'Austria musica irlandese in chiave folk rock speziata, per gli esplosivi Paddy Murphy,
anch'essi per la prima volta in Italia.

Per chi non riesce a star fermo non mancheranno nemmeno quest'anno gli spettacoli di danza e gli
stage gratuiti di danze irlandesi e scozzesi tra i quali le coreografie dei Gens d'Ys, l'Accademia più
famosa d'Italia in questo genere di ballo, e per gli appassionati di musica celtica e medioevale e i
cultori di strumenti antichi tantissimi laboratori e conferenze sugli strumenti tipici della tradizione
celtica.

Un'undicesima edizione che non manca di proporre numerosissime attività ludiche e culturali, con
approfondimenti storici, e un pizzico di magia alla riscoperta di antichi rituali adatti a tutte le
tipologie di pubblico.

Mentre i più giovani potranno cimentarsi negli stage di spada per bambini o nel lancio del maiale e della gallina (rigorosamente in versione pupazzo), i più grandicelli potranno mettersi alla prova nel tiro con l'arco o riscoprire l'arte della spada dei mercenari irlandesi del '500 e le tecniche dell'antica scherma gallica.
Un ricco programma di conferenze e presentazioni ci porterà a riscoprire la storia delle popolazioni che hanno vissuto nei nostri territori, i personaggi fantastici che animano gli antichi racconti e le suggestioni delle loro religioni.
Non mancheranno conferenze e laboratori sulle tradizioni e la manualità degli antichi Celti come i workshop di realizzazione dell'abito celtico o della coroncina di fiori, il laboratorio gratuito "Creiamo il nostro gioiello alchemico manipolando la cera", la riscoperta dei racconti bardici e il seminario sull'uso
delle Erbe
della Tradizione e la realizzazione di un "sacchetto magico".

Inoltre tende storiche, accampamenti, battaglie, dimostrazioni e animazioni varie e molto altro
saranno proposte dai Clan presenti per tutta la durata del festival.

Da non perdere il 24-25-26 giugno lo spettacolo di focogiocoleria con gli Universal Fire da Vicenza e il 21 e il 23 giugno lo spettacolo di danza, musica e poesia "TeAcFuAr: i Quattro elementi".

Il tutto completato da un ricco mercatino di oggettistica e artigianato celtico e dalla cucina rigorosamente a tema.

Maggiori informazioni su www.utherpendragon.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento