rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
L'evento di punta del trailrunning invernale in Italia

AICS Corsa della Bora: cambia la partenza ma l’Ipertrail non si ferma, inizia la settima edizione

Lo start da Sella Nevea annullato per l’impossibilità, causa maltempo, di bonificare il lato italiano del Canin dalle valanghe. La 164 chilometri parte quindi da Bovec, direttamente dalla cima del monte, con la discesa degli atleti lungo il lato sloveno

L’AICS Corsa della Bora 2022, l’evento di punta del trailrunning invernale in Italia, è ufficialmente iniziata: gli atleti dell’Ipertrail S1, la corsa competitiva da 164 Km, sono partiti oggi, venerdì 7 gennaio alle 15 dalle cime innevate del monte Canin e approderanno alla scenografica finish line di Portopiccolo domenica 9 gennaio. 

La partenza era originariamente prevista a Sella Nevea alle 12 e i concorrenti avrebbero dovuto salire sul Canin con l’aiuto delle ciaspole, ma a causa del Maltempo e delle abbondanti nevicate non è stato possibile bonificare il lato italiano del monte dalle valanghe. Per la sicurezza dei concorrenti gli organizzatori hanno quindi trovato in tempi record il modo di cambiare la location di partenza e l’orario, mantenendosi il più possibile fedeli alla tabella di marcia. 

Grazie allo stretto rapporto di cooperazione con la Slovenia e alla disponibilità del Comune di Bovec, che ha reso possibile l’apertura della funivia solo per la manifestazione, la partenza è stata spostata sulla cima del monte, da cui gli atleti sono partiti in discesa dal lato sloveno verso uno spettacolare percorso che attraverserà le varietà paesaggistiche del Friuli Venezia Giulia e della vicina Repubblica. Lungo la gara i concorrenti riceveranno ristori messi a disposizione dai produttori locali. 

Oltre all’Ipertrail saranno proposte altre sette gare, articolate in tre giorni e tutte con arrivo al “Bora Village” a Portopiccolo. Competizioni che permetteranno anche ai simpatizzanti di avventurarsi in un’esperienza unica, anche in notturna, tra costoni solitari, sentieri nel bosco e scorci mozzafiato sul mare. La Corsa della Bora è organizzata da Asd SentieroUno, sponsorizzata da New Balance e in collaborazione con Associazione Italiana Cultura e Sport Fvg, Promoturismo Fvg e le associazioni locali.

Presenti alla partenza il presidente dell’AICS FVG Giorgio Mior, Milan Sulc per il Comune di Bovec e il direttore della Corsa della Bora e presidente dell’ASD SentieroUNO Tommaso De Mottoni. Hanno inviato videomessaggi di saluto, per la Regione FVG l’assessore alle Autonomie Locali e Sicurezza Pierpaolo Roberti e per il Comune di Duino Aurisina e l’assessore allo Sport Massimo Romita.

L’assessore Roberti ha voluto rivolgere “un ringraziamento particolare ai partecipanti, perché la Corsa della Bora è una competizione impegnativa, che torna dopo il parziale stop del 2021 a causa del Covid, che ha impedito il passaggio con la vicina Slovenia. L’edizione 2022 torna però in grande stile, con un percorso difficile e dopo le nevicate degli ultimi giorni lo sarà ancora di più visto che ci sarà un passaggio tra le nevi del Canin”. 

L’assessore ha ringraziato anche gli organizzatori dell’evento “perché questa competizione è una grandissima vetrina per il Friuli Venezia Giulia, una regione in cui, con una gara di corsa, si riesce a passare dalla neve del monte Canin al Collio fino alla nostra magnifica Trieste. Dal punto di vista promozionale una grande occasione per la nostra regione. In bocca al lupo a tutti”. 

Da parte dell’assessore Romita, invece, è arrivato “un saluto dal mondo sportivo di Duino Aurisina, per uno strepitoso evento realizzato in scenari unici tra la montagna e il mare. Otto splendide gare pensate dal presidente responsabile Tommaso De Mottoni, a cui va il mio sentito ringraziamento, per doversi confrontare per il secondo anno consecutivo con le norme Covid, che cambiano di giorno in giorno”. 

“La Corsa della Bora è inserita nel nostro progetto turistico sportivo Walking, running and bike’ – ha continuato Romita -, creato e pensato per la valorizzazione del nostro territorio all’insegna del mondo dello sport. La Corsa rappresenta uno dei principali eventi turistici e sportivi sul territorio di Duino Aurisina, perché non solo prevede la finish line a Portopiccolo ma transiterà attraverso luoghi speciali del nostro Comune come la Riserva regionale naturale delle Falesie”.

“Come presidente dell’AICS – ha dichiarato Giorgio Mior – oggi plaudo a una magistrale organizzazione della Corsa della Bora 2022, che ha visto una partenza dell’Ipertrail dal gruppo del Canin baciato dal sole. Ho visto negli occhi degli atleti e dello staff la soddisfazione per una manifestazione che resterà impressa nella memoria di tutti sia per le condizioni che per la perfetta gestione. Siamo orgogliosi di partecipare alla realizzazione di questo evento”.

Nel 2020 la Corsa della Bora ha portato in Fvg oltre 2mila iscritti e quest’anno raggiunge il record di adesioni, ben 2209. Vista l’importante partecipazione le partenze sono scaglionate, per evitare assembramenti.

L’evento è sostenuto anche dalla Regione Fvg e Promoturismo, dai Comuni di Trieste, Duino Aurisina - Devin Nabre?ina, San Dorligo della Valle – Dolina, Chiusaforte, Savogna, Grimacco, Drenchia, Stregna, Tarvisio, Prepotto. Un evento in collaborazione con Coni, Aics, Fidal, Trieste Atletica, Wwf e Progetto Lince.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AICS Corsa della Bora: cambia la partenza ma l’Ipertrail non si ferma, inizia la settima edizione

TriestePrima è in caricamento