Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport

Al via Domani "Alpi Giulie Cinema": il Programma

Al nastro di partenza martedì 22 novembre, alle ore 20.30, nella cornice dell’Antico Caffè San Marco, la 22° edizione di “ALPI GIULIE CINEMA”, la rassegna di cinema di montagna promossa dall’Associazione Culturale “Monte Analogo” di Trieste, con...

Al nastro di partenza martedì 22 novembre, alle ore 20.30, nella cornice dell'Antico Caffè San Marco, la 22° edizione di "ALPI GIULIE CINEMA", la rassegna di cinema di montagna promossa dall'Associazione Culturale "Monte Analogo" di Trieste, con il patrocinio del Comune di Trieste, della Provincia e della Regione Friuli Venezia Giulia, in collaborazione col CAI di Gorizia, il Caffè San Marco e ARCI Servizio Civile.
Con il titolo "Genti & Montagne", la prima parte della rassegna torna sui temi della montagna e delle genti e individualità che la popolano o la frequentano, con cortometraggi più "sociali" o, se vogliamo, più riflessivi rispetto allo spettacolo e all'emozione pura degli sport alpini: vi sono rappresentati la tenacia e i problemi delle ultime comunità dei monti, la forza terapeutica delle avventure nei canyon della Sardegna, lo straordinario viaggio di due ragazzi attraverso le onde tra due continenti.
Vera e propria sorpresa conclusiva la "prima visione" di uno straordinario documento del cinema muto sloveno, girato sulle cime del Triglav nei primi anni '30 e ora accompagnato dalla performance sonora dal vivo del musicista triestino Giorgio De Santi che reinterpreta il film in chiave attuale.
Tutti i film stranieri saranno proposti in lingua originale con traduzione simultanea o sottotitoli.
La manifestazione è aperta a tuttti a ingresso libero. Seguirà poi, nel febbraio 2012, il tradizionale appuntamento con il cinema di montagna a maggior caratterizzazione sportiva, con due giovedì serali al Teatro Miela (il 16 con proiezioni dedicate a ice climbing, scialpinismo e arrampicata e il 23 tutto "puntato" sulla speleologia); infine, di nuovo al Caffè San Marco, il 1° marzo la serata conclusiva del Concorso cinematografico Alpi Giulie Cinema e la consegna dell'ambito Premio "Scabiosa Trenta".

Monte Analogo (dal titolo dell'omonimo libro di René Daumal, un classico della letteratura di montagna) è il nome assunto dell'Associazione costituita a Trieste, che mira a sviluppare e dare un nuovo impulso alla divulgazione, alla didattica e alla diffusione di immagini e materiale riguardo alle vette di tutto il mondo e ai protagonisti di viaggi, spedizioni e attività sportive relative all'ambiente. Ulteriori informazioni su www.monteanalogo.net



Programma Autunnale (al Caffè San Marco)

MARTEDI' 22 NOVEMBRE ore 20.30

THE WEST IN THE EAST di Nisvet Hrustic - Bosnia-Erzegovina 2010 - 22'
Alla ricerca di un nuovo contatto con la natura, un uomo sta cercando di costruirsi da solo una casa nel bosco, ingegnandosi per allacciarla a una fonte d'acqua lontana. Con scarsa disponibilità economica, per la costruzione utilizza scarti di legname, preservando l'ambiente e facendosi deridere dall'intera comunità locale che però alla fine?

LA COMUNIDAD di Roland Von Tessin - Svizzera 2010 - 51'
Su un altopiano a 3600 metri di altitudine, il sole all'alba illumina i campi e le colline, il vento rinfresca i sensi e lo sguardo si perde in lontananza. Verso mezzogiorno, le nuvole si spingono lentamente verso l'alto e la nebbia si avvicina, alternandosi al sole. Il film documenta la vita della comunità che vive in questa remota area nell'Ande dell'Ecuador. Indipendente e solidamente unita.


"The West in the East"- martedì 22 novembre


MARTEDI' 29 NOVEMBRE ore 20.30

SEMUS FORTES di Mirko Giorni e Alessandra Cardani - Italia 2010 - 48'
Nella primavera del 2009 un gruppo di ragazzi con disturbi psichiatrici parte per un trekking di tre giorni nel Supramonte di Balnei, uno dei territori più selvaggi della Sardegna. È il terreno ideale per sperimentare una nuova forma di terapia, concepita da medici e operatori del Dipartimento di Salute Mentale di Sanluri. L'obiettivo è la discesa del canyon di Su Orroargiu. L'ambiente è duro e l'itinerario, pieno di difficoltà, può trasformarsi in una trappola. Fino a qualche settimana prima di questa esperienza, alcuni di loro vivevano rinchiusi nelle proprie camere: ora si ritrovano in un'avventura che non avevano mai immaginato di poter vivere. Emozioni che lasciano un segno profondo, capaci di seminare fiducia e speranza nelle loro anime ferite.


"Semus Fortes" - martedì 29 novembre


MARTEDI' 6 DICEMBRE ore 20.30

V KRALJESTVU ZLATOROGA (Nel regno di Zlatorog) di Janko Ravnik - Slovenia 1931 - 66'
Quest'anno si festeggia l'ottantesimo anniversario della prima del primo lungometraggio sloveno dedicato alla montagna "Nel regno di Zlatorog" (V Kraljestvu Zlatoroga). Il film è frutto della passione del direttivo e dei membri del club alpinistico "Skala". Autore del film è il professore di musica Janko Ravnik, fotoamatore e per molti anni presidente dello Skala. I membri del club hanno ideato, prodotto, sviluppato e montato il film. Nel Regno di Zlatorog è stato girato dal 1928 al 1931.
Il film fu un successo. Con il ricavato i membri dello Skala poterono costruire il rifugio sulla Rjava (oggi al suo posto vi è l'hotel presso la stazione superiore della funivia del Vogel) e pubblicare un libro di alpinismo.
Il film, muto, racconta di un'ascensione al Triglav, ed è soprattutto testimonianza dell'amore verso la terra slovena e la sua gente. Si annovera nel genere dei film di montagna, una specie di western alpino con l'aggiunta di elementi di film contadino. Ambedue i generi erano molto amati negli anni 20 e 30 nell'area centro-europea, specialmente in Germania.
Il film di montagna godeva di una grande popolarità anche in Slovenia.
La prima del film è avvenuta sabato 18 agosto 1931 nella grande sala dell'Hotel Union a Ljubljana.
L'Associazione Monte Analogo ripropone al pubblico della rassegna Alpi Giulie Cinema, a distanza di otto decenni, questo storico documento, muto come da tradizione dell'epoca, arricchito e rinnovato da una performance sonora dal vivo del musicista triestino Giorgio De Santi.


"V Kraljestvu Zlatoroga" - martedì 6 dicembre


MARTEDI' 13 DICEMBRE ore 20.30

CROSSING THE DITCH di Greg Quail - Australia 2009 - 55'
Il Mar di Tasman è uno dei mari più pericolosi del mondo, che si estende per oltre 2000 km tra Australia e Nuova Zelanda. Due giovani australiani, James Castrission e Justin Jones, decidono di attraversarlo a bordo di un kayak; un'impresa mai tentata prima di allora, tra onde alte oltre 10 metri, tempeste terribili, correnti fortissime e squali famelici che mettono a dura prova la resistenza fisica e psicologica dei ragazzi. Dopo 62 giorni di navigazione raggiungono le coste sabbiose della Nuova Zelanda, guadagnandosi un posto nella storia.

"Crossing the Ditch" - martedì 13 dicembre

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via Domani "Alpi Giulie Cinema": il Programma

TriestePrima è in caricamento