Venerdì, 17 Settembre 2021
Sport

Alabarda Opicina, onorevole sconfitta in amichevole contro lo Jadran Kozina

Gialloneri convincenti contro lo Jadran Kozina: 18-12 il parziale di metà gara, poi il -8 finale che premia gli sloveni. Varesano top scorer, in grande spolvero Benvenuti (tra i pali), Gaggero e il rientrante Van Den Dungen

Un’Alabarda Onoranze Funebri Opicina completamente diversa rispetto a quella che il 22 febbraio scorso cedette sul parquet di Hrpelje incassando 44 reti, tiene testa allo Jadran Kozina, ritrovando (in primis) quella solidità difensiva smarritasi nell’ultima trasferta stagionale di Mirano. Una prestazione solida (appellativo migliore non può esserci per definire la prova dei gialloneri  nell’amichevole in terra slovena) capaci di chiudere con un passivo di sole otto reti (35-27).

Coach Laurini ritrova fin dal 1′ Van Den Dungen (fermo nell’ultima settimana a causa di un leggero trauma distorsivo alla caviglia); il pacchetto centrale viene completato da Varesano  e Dandri. Marchionni e De Sanctis sulle ali, Temeroli in posizione di pivot e Benvenuti in porta completano lo schieramento iniziale dei giuliani. Nelle prime battute di gioco a mettersi in luce sono soprattutto gli sloveni; grazie all’ottima efficienza della catena di destra lo Jadran costruisce il primo allungo, portandosi sul 5-2. L’Alabarda con grinta, ma soprattutto con una ritrovata compattezza difensiva, piano piano risale la china. Uno spunto personale di Temeroli fissa il 6-3; successivamente Dandri va in rete per il 9-5 (minuto 10′). L’azione dei gialloneri non si esaurisce qui: capitan Marchionni (con un tiro dai sette metri), Gaggero e Varesano piazzano un break di tre reti che porta l’Opicina a stretto contatto con i locali (10-8). Lo Jadran piazza subito un contro-break e si porta sul 13-9. Nonostante alcuni pregevoli interventi di Benvenuti, lo Jadran va al riposo in vantaggio sul punteggio di 18-12.

Nella ripresa il tecnico Laurini allarga le rotazioni. Nei primi minuti della ripresa il distacco fra le due compagini non subisce alcuna variazione, ma nella parte centrale della seconda frazione lo Jadran imprime una forte accelerazione, con gli sloveni che toccano le dieci reti di vantaggio (26-16). L’Alabarda però non molla, neppure quando scivola a -11 (30-19). Il finale dei giuliani è a dir poco orgoglioso. L’Alabarda nell’ultimo quarto di gara piazza un sontuoso parziale di 9-3, alimentato dai gol di Marchionni, Gaggero e Van Den Dungen (oltre che dagli interventi di un positivo Benvenuti); break che permette alla Pallamano Opicina di accorciare sino al 35-27 finale

RK JADRAN HRPELJE-KOZINA              35

ALABARDA ON. FUNEBRI OPICINA       27

(risultato parziale primo tempo 18-12)
ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Ciriello, Custodio, Dandri 4, De Sanctis 1, Gaggero 3, Marchionni 4, Rongione, Rizzi, Scomina, Temeroli 4, Van Den Dungen 4, Varesano C. 7. All. Laurini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alabarda Opicina, onorevole sconfitta in amichevole contro lo Jadran Kozina

TriestePrima è in caricamento