Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Alabarda Opicina, week-end nero: sconfitta dal Musile, perde la terza piazza

Prestazione al di sotto delle aspettative per i gialloneri (ora quinti), scavalcati da Camisano e Arcobaleno Oriago

Fine settimana decisamente negativo per l'Alabarda Onoranze Funebri Opicina. La sconfitta di sabato con la capolista Musile costa ai gialloneri la terza piazza in graduatoria, sopravanzati in graduatoria sia dalla Pallamano Camisano (ora terza a quota 14 punti) e dall'Arcobaleno Oriago (quarta con 13 punti). Per l'Opicina si tratta del primo stop nel 2015.

Se all'andata il match tra lagunari e triestini fu vibrante, figlio di un primo tempo eccezionale per intensità, grinta ed equilibrio, risolto nella ripresa dalla maggior lucidità dei padroni di casa, il return match del PalaCova non ha rispettato le attese. Una gara priva di acuti, frammentata e nervosa, quella che opponeva la capolista del torneo cadetto e quella che alla vigilia era accreditata come la terza forza del campionato; match che nel complesso è scivolato via con un abulico e monotono copione. Ospiti sempre avanti nel punteggio, con successo ipotecato praticamente a metà gara. Niente da fare, quindi, per la Pallamano Opicina tenuta a galla per un tempo dalle parate di Benvenuti, di una prestazione al di sotto delle previsioni e mai capace di creare i presupposti per impensierire la capolista.

Dopo le prime schermaglie iniziali, gli ospiti scappano sul 6-2. L'Opicina con molta fatica cerca di ricucire lo strappo, ma gli sforzi profusi vengono ripagati con -3 parziale, che però non perdura. I gialloneri restano attaccati al match per soli otto minuti, esattamente dal 18' (4-7) al 26' (6-10). Poi il crollo. Il Musile chiude la prima frazione sul 14-7 (sugli scudi Ferronato). Il -7 di metà gara, lievita nei primi minuti della ripresa. Al 37' la capolista conduce per 18-8, con l'Alabarda che anche deve fare a meno di Claudio Varesano (alla terza esclusione temporanea) e capitan Marchionni (espulso frettolosamente per proteste). Il break finale di 9-8 in favore dei gialloneri, alimentato dalla foga dei cosiddetti gregari (due gol a testa per Custodio e De Sanctis), è buono solo per l'orgoglio. Il finale è di 26-17 per la capolista.

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA               17

PALLAMANO MUSILE 2006                                         26

(primo tempo 7-14)

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Sala, Ciriello 1, Custodio 2, Dandri 2, De Sanctis 2, Gaggero, Marchionni 2, Muran 3, Perini 1, Rongione, Sardoc 1, Varesano C. 3, Varesano M. All. Laurini

PALLAMANO MUSILE 2006: Ferrotti, Boem 1, Tedesco 7, Porcellato 4, Berto 3, Ferronato 5, De Vettor, Ervigi, Gasparini 2, Picello 4, Cancian, Pivato, Buratto, Biancoletto. All. Melchiori

ARBITRI: Di Dio - Molon

RISULTATI 10ª GIORNATA (7 febbraio 2015):

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA – Pallamano Musile 2006 17-26, Pallamano Camisano – Handball Team San Vito 23-18, H.C. Povegliano Veronese – Arcobaleno Oriago 18-25, Pallamano Oderzo – Handball Malo 37-24

CLASSIFICA SERIE B:

Pallamano Musile 2006 27 punti, Pallamano Oderzo 21 pti, Pallamano Camisano 14 pti, Arcobaleno Oriago* 13 ptiALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA 12 pti, Handball Team San Vito 10 pti, San Vito / Marano Vicentino* 6 pti, Handball Malo 5 pti, H.C. Povegliano Veronese 4 pti *una gara in meno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alabarda Opicina, week-end nero: sconfitta dal Musile, perde la terza piazza

TriestePrima è in caricamento