menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alma Agenzia per il Lavoro Trieste-Dinamica Mantova 76-66: la cronaca

22.40 - il resoconto dell'entusiasmante vittoria della formazione biancorossa.

Davanti a 3010 spettatori l’Alma Agenzia per il Lavoro Trieste sfodera un terzo e quarto periodo da incorniciare e superano di slancio la Dinamica Mantova di DI Bella & CO. Mattatore della serata è senz’altro Bobo Prandin, autore di 14 punti, nove dei quali realizzati nel parzialone di 21-0 che nel terzo quarto ha ribaltato a favore di Trieste l’inerzia della gara; 13 punti e 7 rimbalzi per Parks. 12 punti e 6 rimbalzi per un determinante Bossi e non sonop da dimenticare gli 11 punti e 3 rimbalzi di Landi, sempre più fondamentale nel gioco dell’Alma. Per gli ospiti da segnalare i 12 punti di Hurtt e gli 11 di Gergati. 

PRIMO QUARTO
Trieste parte con Parks, Bossi, Pecile, Landi e Zahariev; Mantova risponde con Ndoja, Moraschini, Di Bella, Simms ed Hurtt. L’Alma rompe il ghiaccio con una tripla di Landi, la Dinamica risponde con  i due punti di Moraschini. La difesa forsennata di Trieste dà i suoi frutti e consente alla formazione giuliana di confezionare un primo allungo di 9-0 con Martellossi costretto a chiedere time-out per bloccare l’inerzia per Trieste. Mantova riesce a dimezzare lo svantaggio con un parziale di 7-2 firmato Gergati-Amici. La Dinamica, dopo i due punti di Parks, ricuce il divario con un altro parziale di 8-0 e si porta in vantaggio (16-17). L’Alma si riporta avanti con una tripla di Prandin ma è l’ex Gandini con una “fortunata” tripla alla sirena a riportate la squadra virgiliana avanti 21-22.

SECONDO QUARTO
I lombardi allungano con i punti di Gergati e Hurtt, Bossi trova la tripla del -3 (26-29). I ragazzi di Dalmasson accusano a questo punto le prime difficoltà in attacco e non difendono più con l’intensità dei primi minuti: la squadra di coach Martelossi, trascinata da Moraschini prendono decisamente il largo con un parziale di 13-0 ed i pochi minuti l’Alma si ritrova a -16 (26-42). Landi riesce a bloccare la fuga mantovana con un 4/4 dalla linea di carità ma è la tripla di Ndoja a dare il massimo vantaggio alla Dinamica (30/47). Dopo lo 0/2 ai liberi di Bossi arrivano i due punti di Pecile che fissano il risultato a metà gara con l’importante vantaggio esterno 32-47.

TERZO QUARTO
Quando la rimonta triestina sembra un’utopia, l’Alma Agenzia per il Lavoro ritrova l’intensità difensiva dei primi minuti di gioco, sporcando tutti gli attacchi della Dinamica, che va letteralmente in bambola; trainati da “Bobo” Prandin, seguito a ruota da Zahariev e Parks, Trieste produce un incredibile break di 21-0 con Mantova che muove il punteggio solamente dopo ben sette minuti di digiuno, grazie ad una schiacciata di Simms. Un parziale di 6-0 per Mantova riporta la gara in equilibrio, ma la Dinamica è subito ricacciata indietro dal tiro dall’arco di Zahariev, al quale risponde Simms da sotto. Trieste si prepara a disputare l’ultimo periodo partendo dal minimo vantaggio (56-55).

QUARTO QUARTO
Trieste tiene il minimo vantaggio con i punti di Baldasso e Pipitone ma la Dinamica produce il massimo sforzo, riuscendo a rimettere la testa avanti grazie ad un parziale di 7-0 (60-64). I biancorossi questa volta non si perdono d’animo e rispondono subito con un controparziale, sempre di 7-0, firmato Zahariev, Bossi  e Parks. Di Bella riesce a segnare da sotto il canestro del -1 ma i minuti finali sono tutti di marca triestina, con un alley-oop servito da Bossi per Parks che fa esplodere il PalaTrieste. Nell’ultimo minuto, con il pubblico tutto in piedi a seguire la gara è la tripla di Bossi a mettere il sigillo su questa vittoria trovata grazie ad un’intensità difensiva ed una volontà straordinarie. Dopo il suono della sirena ragazzi biancorossi in mezzo al campo per un “5” alto, per poi concedersi al pubblico per gli autografi ed i “selfies” di rito.

Con questa vittoria l’Alma Agenzia per il Lavoro Trieste raggiunge l’undicesimo posto con 16 punti; nel prossimo turno i biancorossi saranno impegnati nella difficile trasferta di Imola, squadra rivelazione di questo campionato, che attualmente occupa la seconda posizione in classifica. Sarà difficile ripetere la splendida vittoria di 34 punti conquistata all’andata ma i ragazzi di Dalmasson non mollano mai…Imola è avvertita!
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento