Sport

Alma Trieste da 10, superati anche i Roseto Sharks 82-63 (FOTO)

I biancorossi allungano nel primo tempo, tentennano un po' nel terzo quarto ma poi chiudono la gara nell'ultimo periodo

Si è disputato all’Alma Arena il recupero dell’incontro valido per la nona giornata del campionato di pallacanestro 2017/18 Old Wild West serie A2-Est. Un incontro testa-coda in quanto si sono affrontate la capolista Alma Pallacanestro Trieste ed il fanalino di coda Roseto Sharks. La vittoria per 83-62 è andata alla formazione guidata da coach Dalmasson che inanella la decima vittoria consecutiva in campionato, eguagliando il record della Stefanel. Più che positiva la cornice di pubblico (4416 spettatori), considerando il turno infrasettimanale. In sala stampa il coach di Roseto, Emanuele Di Paolantonio, elogia i suoi ragazzi, capaci di rimanere mentalmente sempre attaccati alla partita e riuscendo a riavvicinarsi fino al -9 del terzo quarto. Dopo la vittoria contro Jesi e questa buona prestazione a Trieste, nonostante la sconfitta, l’allenatore abruzzese si dimostra fiducioso sul raggiungimento della salvezza. Si presenta in sala stampa Janelidze, protagonista di alcune buone iniziative nel terzo quarto ed all'inizio del quarto periodo. Giga afferma di essere rimasto concentrato nei minuti in cui è sceso in campo perché ci teneva a fare bella figura contro la sua ex squadra, così come ci terrà anche domenica prossima affrontando Jesi. A seguire l’analisi di coach Dalmasson, che si aspettava una partita del genere, con i ragazzi che sono stati altalenanti ma hanno saputo gestire l’incontro con la giusta mentalità. Chiamato a rispondere sulle condizioni di Bowers, Dalmasson ha detto che Laurence sta recuperando la forma fisica ma ha anche bisogno di migliorare l’approccio mentale. Su Green, impegnato anche con la nazionale del Montenegro, ha fatto notare come i costanti miglioramenti siano dovuti al fatto che in Javonte ci sia la curiosità di esplorare tutta la potenzialità nascosta.  L’Alma parte con Fernandez, Green, Cavaliero, Da Ros e Cittadini; Roseto risponde con Ogide, Lupusor, Di Bonaventura, Casagrande e Marulli. Primo break biancorosso di 6-0 firmato da Fernandez e Green. Parecchi errori da ambo le parti e Roseto recupera con due liberi di Casagrande e la tripla di Zampini. Gli abruzzesi riescono a pareggiare grazie al canestro più libero aggiuntivo messi a segno da Lupusor. I ragazzi di Dalmasson alzano l’intensità difensiva producendo un nuovo parziale di 8-0 con Green, Da Ros e Bowers. La prima tripla a segno è quella di Loschi (21-12). Dopo i liberi di Baldasso disattenzione difensiva con Zampini che, sulla sirena, riesce a realizzare, chiudendo il primo quarto sul punteggio di 23-16. Il secondo periodo inizia con una nuova accelerazione dei biancorossi, che allungano con Bowers, un’altra tripla di Loschi, Baldasso e Janelidze: 32-16 con coach Di Paolantonio costretto a chiamare time-out per fermare l’inerzia della gara, tutta a favore della formazione giuliana. Ai punti di Infante rispondono Bowers e Loschi ma è Cavaliero a mettere il sigillo sul secondo quarto con le due triple del +21 (44-23). A cronometro fermo Cavaliero è più preciso rispetto ad Ogide: le due squadre vanno a riposo con l’Alma avanti 46-24. I primi due punti della ripresa sono di Ogide con Green che risponde da par suo con due liberi ed una tripla frontale.  L’Alma cala d’intensità mentre Roseto trova la via del canestro con maggior facilità e dimezza il divario. Fernandez commette in un breve lasso di tempo il terzo e quarto fallo e quindi, stante l’assenza di Prandin, la regia viene affidata al giovanissimo Schina, che si disimpegna con grande autorità.  Due importanti canestri di Janelidze mantengono, nel finale di periodo,  l’Alma sul +11 (61-50). Roseto ricuce ancora il divario con un canestro di Infante ma è ancora Janelidze protagonista con un canestro più libero supplementare. La formazione biancorossa allunga ancora con un parziale di 8-2 suggellato dalla tripla di Cavaliero. Il 4 su 4 a cronometro fermo di Loschi e Coronica, condito con i canestri dalla lunga distanza di Baldasso e Loschi precludono qualsiasi possibilità di recupero a Roseto. Nei due minuti finali coach Dalmasson può pertanto concedere spazio al giovanissimo Stefan Milic mentre da tutto il palazzo sale l’incitamento: “Torneremo in serie A!”. Il tabellino parla di 5 giocatori biancorossi in doppia cifra: Loschi 15 punti, Janelidze e Bowers 12 punti ed anche 8 rimbalzi per quest’ultimo; 11 punti per Green, Baldasso e Cavaliero. Per gli ospiti 13 punti sono stati messi a segno da Bonaventura e 12 da Infante. Nuovo appuntamento casalingo domenica 10 dicembre contro Jesi, alla ricerca della vittoria numero 11.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alma Trieste da 10, superati anche i Roseto Sharks 82-63 (FOTO)

TriestePrima è in caricamento