Alma Pallacanestro Trieste-Kontatto Bologna 91-69

00.20 - la cronaca della prestazione-capolavoro della formazione triestina

In un’Alma Arena ancora vicina al tutto esaurito  – 6495 spettatori presenti, compresi un centinaio di tifosi giunti da Bologna – si è disputata gara-2 di semifinale playoff di Serie A2 2016/17 tra l’Alma Pallacanestro Trieste e la Kontatto Bologna, priva di un giocatore importante qual è Cinciarini, uscito per infortunio nel finale e che Bologna cercherà di recuperare in gara-3. Trieste ha dominato sin dai primi minuti di gioco, chiudendo un primo quarto praticamente perfetto (32-12 con predominanza al tiro ed ai rimbalzi). Anche questa sera i ragazzi in canotta biancorossa hanno messo in campo un’energia ed un intensità difensiva straordinaria riuscendo, per i restanti tre quarti, a tenere Bologna a debita distanza (-13 nel secondo quarto). In sala stampa Dalmasson ha elogiato la propria squadra, che ha giocato con grande personalità, imponendo il proprio gioco. I ragazzi sono ben preparati fisicamente ed anche dal punto di vista mentale sono tutti consapevoli di poter dare il proprio contributo in qualsiasi momento. Per coach Boniciolli complimenti a Trieste per la qualità del gioco e la condizione fisica, esprimendo una pallacanestro di categoria superiore. È rammaricato più per gara-1, dove dovevamo essere più cattivi, che per gara-2. Comunque non bisogna agitarsi più del lecito perché la logica dei playoff è particolare: a Bologna, in ambiente favorevole, si possono teoricamente vincere due partite di un punto, riportando la serie all’eventuale bella di giovedì 8 giugno. Il tabellino parla di un’altra prestazione straordinaria di Parks con 20 punti e 5 rimbalzi, seguito da Cavaliero con 18 punti e un Baldasso convincente con 17 punti. Segue Green con 16 punti e Da Ros con 13 ma dispensatore di 5 assist. Per la Kontatto 13 punti di Campogrande e 10 di Legion, ben contenuto dalla difesa giuliana ed apparso molto nervoso in certi frangenti, tanto da beccarsi un fallo tecnico per proteste. Appuntamento per gara -3 a Bologna sabato 3 giugno ed eventuale gara-4, sempre nel bollente PalaDozza, lunedì 5 giugno.  

PRIMO QUARTO

L’Alma Trieste parte con quintetto di gara1, ovvero Parks, Bossi, Coronica, Cavaliero e Da Ros; la Kontatto Bologna replica con Mancinelli, Legion, Ruzzier, Montano e Knox. Primi due minuti senza realizzazioni, con uno 0 su 2 di Mancinelli dalla linea di carità. Ci pensa Parks a realizzare i primi due punti da sotto. Come in gara1, prima accelerazione dei biancorossi, con un 6-0 firmato Cavaliero, Parks e Bossi.  Per Bologna va a bersaglio la coppia USA mentre Da Ros cerca e trova la tripla del +7 (13-6). Dopo il libero realizzato da Ruzzier è puro show biancorosso con un parziale di 12 firmato da Cavaliero, Green e Da Ros. Boniciolli è costretto a chiamare un nuovo time-out per cercare di limitare l’energia biancorossa. Il quarto si chiude con un Baldasso superlativo, capace di segnare gli ultimi 7 punti per i suoi, mentre Bologna ha trovato punti solamente dalla lunetta. 32-12 il finale di primo quarto.

SECONDO QUARTO

Il giovane Montano ricuce parzialmente l’importante divario tra le due squadre ma un Cavaliero devastante dalla lunga distanza da il nuovo vantaggio di 19 punti. Trieste tiene bene in difesa e le due squadre vanno a riposo sul medesimo vantaggio interno di 19 punti (50-31).

TERZO QUARTO

Dopo i liberi di Parks ed il canestro di Ruzzier, l’Alma produce un nuovo parziale di 10-0 firmato da Parks e Cavaliero, raggiungendo il massimo vantaggio di giornata (29 punti). Con una serie di viaggi in lunetta la Kontatto ricuce fino al  -19  (62-43). Baldasso e Green riprendono in mano la partita mentre Legion trova finalmente il tiro da tre punti. Il terzo quarto si chiude 69-48.

QUARTO QUARTO

Totale controllo della partita da parte della formazione triestina, con una tripla di Da Ros che ricaccia indietro la squadra bolognese. Nel finale gloria per Massimiliano Ferraro ed applausi a scena aperta per Green e per Parks, uscito per 5 falli.

Spettacolare hola dell’Alma Arena, sventolio di bandiere biancorossa e pubblico tutto in piedi a declinare a squarciagola “Torneremo, torneremo in serie A!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

  • Roma boccia l'abbattimento della Tripcovich, Dipiazza su tutte le furie: "Oggi me ne andrei dall'Italia"

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

Torna su
TriestePrima è in caricamento