Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Alma Trieste da urlo, sconfitta in casa la capolista Ravenna (FOTO)

Dopo un'altalena di emozioni durata quaranta minuti, l'Alma conquista due punti preziosissimi, superando l'OraSì Ravenna 74-72 al termine di una sfida intensissima

Alma Trieste – OraSi’ Ravenna  74-72 (13-23, 36-32, 52-58)

Alma Trieste: Jordan Parks 17 (6/9, 1/3 da tre, 2/3 tl), Stefano Bossi 2 (1/4), Andrea Coronica 2 (1/3), Javonte Damar Green 22 (6/9, 2/5 da tre, 4/6 tl), Andrea Pecile 9 (3/3 da tre), Lorenzo Baldasso 4 (2/3), Alessandro Simioni 2 (1/1), Roberto Prandin 7 (3/8, 1/2 tl), Vincenzo Pipitone 2 (1/1), Matteo Da Ros 7 (1/3, 5/6 tl). N.E.: Massimiliano Ferraro, Enrico Gobbato. All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich.

OraSi’ Ravenna: Taylor Lynn Smith 20 (6/8, 8/9 tl), Giacomo Sgorbati 7 (1/1, 1/3 da tre, 2/2 tl), Alberto Chiumenti 13 (3/9, 7/8 tl), Derrick Michael Marks 18 (4/10, 1/3 da tre, 7/7 tl), Andrea Raschi 1 (1/2 tl), Stefano Masciadri 4 (1/3, 2/2 tl), Matteo Tambone 7 (1/3, 1/2 da tre, 2/2 tl), Marcello Crusca, Gherardo Sabatini 2 (1/3). N.E.: Emmanuele Scaccabarozzi. All. Martino.  Ass. Lotesoriere, Taccetti.

Note: Tiri dal campo Trieste 28/60 (22/41 da due, 6/19 da tre, 12/17 tl); Tiri dal campo Ravenna 20/46 (17/37 da due, 3/9 da tre, 29/32 tl); Rimbalzi Trieste 28 (17+11, Parks 6), Rimbalzi Ravenna 32 (25+7, Smith, Masciadri 9); Assist Trieste 16 (Parks 4), Assist Ravenna 9 (Sabatini 3);

Parziali: 13-23, 23-9, 16-26, 22-14

Arbitri: Moretti (Marsciano – Pg), D’Amato (Roma), Del Greco (Verona)

Spettatori: 3517

Dopo un’altalena di emozioni durata quaranta minuti, l’Alma conquista due punti preziosissimi, superando l’OraSì Ravenna 74-72 al termine di una sfida intensissima.

Dalmasson approccia alla partita con il quintetto formato da Bossi, Pecile, Green, Parks e Da Ros, Martino risponde schierando sul parquet Tambone, Marks, Sgorbati, Masciadri e Smith.

Avvio in salita per i biancorossi, Smith, Marks e Tambone portano subito gli ospiti sullo 0-6, risposta Alma con Pecile e Da Ros (5-6), Ravenna non si scompone e piazza un parziale di 12-0, spezzato da un appoggio di Parks (7-18 al 6′). L’OraSì fa circolare molto bene il pallone, trovando tiri aperti e mantenendosi in doppia cifra grazie a Sgorbati e al 3/4 ai liberi di Chiumenti, Parks rintuzza un minimo, portando l’Alma a -10 al primo riposo (13-23).

Trieste con grinta totale al rientro in campo, Green martella da oltre l’arco, Parks e Prandin tengono alti i ritmi, l’Alma firma un parziale di 10-2 che riapre i giochi (23-25 al 24′). Marks mantiene a +4 Ravenna dalla lunetta, ma è un fuoco di paglia, Trieste ha una cattiveria agonistica doppia rispetto agli avversari, e completa la rimonta sul 28-27 con i liberi di Da Ros (27′). Equilibrio fino al 30-30, cui segue l’allungo biancorosso firmato Green-Bossi-Coronica (36-30 al 19′). Nell’ultimo minuto, punteggio mosso soltanto da Marks a cronometro fermo, 2/2 in lunetta e intervallo lungo con Trieste avanti di quattro (36-32).

Nel secondo tempo è ancora Trieste a menare le danze, Simioni trova subito il canestro dalla media e sembra incanalare la sfida sui binari biancorossi. L’intensità difensiva sporca la fluidità degli attacchi di Ravenna, l’Alma arriva a metà quarto con il massimo vantaggio, propiziato da una tripla in transizione di Pecile e da un tap-in di Pipitone (48-40). Break decisivo? Nemmeno per sogno, l’OraSì riprende vigore con Smith e Chiumenti, seguiti a ruota da Marks e Tambone, parziale di 18-4 e Ravenna con l’inerzia del match al 30′ (52-58).

Gli ultimi 10′ sono un continuo botta e risposta sul filo dell’equilibrio, OraSì chirurgica ai liberi (alla fine 29 su 32) e con un Marks che, seppur non in perfette condizioni fisiche, raddoppia il suo score da 9 a 18 punti. L’Alma riesce a mantenersi a stretto contatto, trascinata dalla coppia Usa Parks-Green e dalla grinta fuori categoria di capitan Coronica. Si arriva punto a punto fino al termine, un finale che stavolta premia i biancorossi. L’episodio decisivo a 8″ dalla sirena, con una quasi palla persa trasformata nel canestro della vittoria da Javonte Green, abile a schiacciare il ‘lob’ alzato da Bobo Prandin. Sull’ultimo possesso arriva la grande difesa di Trieste, Marks fallisce la sospensione del possibile supplementare e l’Alma può così festeggiare due punti tanto sofferti quanto importanti, davanti a un PalaTrieste che si è rivelato fattore fondamentale nei momenti più caldi del match.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alma Trieste da urlo, sconfitta in casa la capolista Ravenna (FOTO)

TriestePrima è in caricamento