Trofeo Monfalcone: l'Alma supera Treviso, questa sera il derby con Udine

Nel capoluogo bisiaco i giocatori allenati da coach Dalmasson si impongono sui trevigiani senza mai soffrire. Questa sera il derby con i cugini udinesi

Sarà di nuovo derby precampionato fra  Trieste e Udine: l’Alma batte 77 - 93 Treviso nella seconda semifinale  del torneo “Città di Monfalcone”, con cinque uomini in doppia cifra e  una prestazione offensiva davvero di livello.

La cronaca del primo tempo

L’Alma, che ritrova Peric e Strautins e recupera Fernandez, parte con il quintetto formato da Wright, Sanders, Cavaliero, Janelidze e Knox:  Treviso risponde con Wayns, Burnett, Antonutti, Tessitori e Sarto. Il  primo canestro della partita è biancorosso, con Sanders che va in  penetrazione ma la Dè Longhi risponde immediatamente vicino al ferro con  il lungo Tessitori: 6 - 4 Treviso dopo due minuti e mezzo, poi Wright e  Sanders con una tripla portano l’Alma avanti per la prima volta (8 - 9 a  metà primo quarto). La circolazione di palla e la difesa di Trieste migliorano minuto dopo minuto: una bomba di Cavaliero e l’appoggio a canestro di Wright costringono Treviso al time out, sul 10 - 16; l’inerzia rimane nelle mani dei ragazzi di Dalmasson, che allungano anche sul +11 con due liberi di Peric (7/9 dal campo, 2/2 ai liberi, 6 rimbalzi) e chiudono il primo quarto con la doppia cifra di vantaggio.

Nel secondo quarto, l’Alma tiene ancora bene in difesa riuscendo a chiudere bene gli spazi a Treviso: Peric si esibisce in un paio di iniziative fruttuose e il suo semigancio vale il 18 - 31 dopo tre giri di lancette. Tessitori cerca di far valere il fisico nel pitturato e si guadagna qualche punto dalla lunetta, mentre sette punti di fila di Wayns riportano la Dè Longhi sotto la doppia cifra di svantaggio (30 - 36 a 3’45’’ dall’intervallo lungo). Treviso si mette in difesa a zona e Antonutti in attacco buca da tre punti la retina: gli risponde Walker (2/5 da due, 578 nelle bombe, 2/2 ai liberi) dalla distanza e Peric colpisce in contropiede, siglando il 35 - 43. Trieste finisce nuovamente in crescendo, con la tripla di Walker a pochi secondi dalla sirena del ventesimo, fissando il +11 biancorosso.

Il secondo tempo

Treviso apre la ripresa con cinque punti di fila di Burnett e un canestro con fallo di Antonutti (47-52 dopo tre minuti), ma l’Alma risponde con un alley hoop sull’asse Peric - Mosley: quando Knox e Walker vanno a bersaglio, ecco che Trieste torna avanti in doppia cifra, sul 47 - 59 a metà frazione. Lo spettacolo arriva nuovamente su un altro 
assist volante di Peric per Knox, che confeziona una schiacciata con fallo subìto: 51 - 65, poi la Dè Longhi si rifugia nuovamente nella zona. Il tiro da fuori di Cavaliero e due liberi di Fernandez propiziano il +13 con cui l’Alma chiude il terzo periodo.

Nell’ultimo periodo, sempre “Lobito” Fernandez colpisce da tre punti e Janelidze piazza il suo classico semigancio per il 66 - 79: Antonutti e Chillo cercano di tenere la Dè Longhi a contatto con i biancorossi, ma sempre Cavaliero segna al momento giusto e porta Trieste avanti 70 - 82 a 5’48’’ dalla sirena conclusiva. La bomba di Antonutti dà ancora speranza a Treviso, ma Trieste è brava a non farsi sorprendere, con i liberi di Mosley e un tiro pesante di Wright a mettere in cassaforte il risultato: l’ultima penetrazione di Wright sancisce il +16 conclusivo con cui l’Alma si qualifica per la finalissima contro i "cugini" bianconeri, vittoriosi nella semifinale contro Skrlijevo.

Potrebbe interessarti

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

  • I trucchi per avere abiti perfetti senza stiratura, anche durante le vacanze

  • Ricetta cheesecake ai frutti di bosco, il dolce estivo da provare

I più letti della settimana

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Fuoriesce del materiale radioattivo, tre operai all'ospedale

  • Euro 6, le novità sulle vetture di nuova immatricolazione

  • Incidente in ex GVT: padre e figlia in ospedale

  • Malore fatale per un operaio nel cantiere di via San Michele

  • Una proposta di matrimonio "da film" al cinema Nazionale

Torna su
TriestePrima è in caricamento