Sabato, 18 Settembre 2021
Sport

Alpe Adria Trail: correre a Ferragosto tra Italia, Austria e Slovenia

Alla prima edizione più di 500 i partecipanti provenienti da 10 nazioni. Una formula che unisce sport, natura e prodotti a km 0

Immaginiamo di correre tra tre nazioni unite da tradizioni, scenari paesaggistici e momenti golosi per un ferragosto alternativo: percorsi suggestivi immersi nella natura, vette, pianure e di nuovo vette, prodotti tipici, top runner e semplici appassionati e, non in ultimo, iniziative curate dal wwf per la salvaguardia di specie animali da proteggere. Una formula che ha attratto più di mezzo migliaio di persone provenienti da varie nazionalità tra cui Repubblica Ceca, Israele, Perù, Ungheria, in un appuntamento che il 14 e 15 agosto vedrà Tarvisio come punto di partenza e arrivo di una kermesse destinata ad entrare nel calendario delle gara più particolari del territorio del Friuli Venezia Giulia.

Tre percorsi di bellezza unica, per scoprire l’Alpe Adria Trail anche a passo di corsa: 25, 63 e 137 km.

25 km : un anello da 1970 m di dislivello positivo, con partenza e arrivo al Villaggio Alpe Adria Trail, allestito con espositori e specialità da tutto il cammino Alpe Adria. Culmine del percorso, il passaggio presso il  Monastero  del  Lussari , con vista unica sulle Alpi Giulie.

63 km : partenza e arrivo dal Villaggio Alpe Adria Trail, un anello attraverso i punti più panoramici del Tarvisiano, tra cui il Monastero del Lussari e l’azzurro intenso dei  Laghi di Fusine , per un totale di 4810m di dislivello positivo.

137 km : il percorso che unisce punti straordinariamente panoramici dei tre paesi dell’Alpe Adria. A partire dalla regione austriaca dei laghi del  Faker See , le Alpi Giulie e il Monastero del Lussari in Italia e per finire il  Massiccio del Mangart  in Slovenia  presso Kranjska Gora. Un anello con partenza e arrivo a Tarvis io per un totale di 6560m di dis livello positivo.

L’appunamento, realizzato grazie ai fondi Interreg Italia-Österreich e il sostegno di PromoTurismoFVG, è organizzato dall’ASD Sentierouno con all’attivo sei edizioni del festival internazionale di trail-running La Corsa della Bora: “L’Alpe Adria Trail è già popolare e molto amato tra escursionisti e ciclisti. Con questo evento vogliamo farne scoprire la bellezza e le potenzialità a un altro segmento di sportivi, quello dei runner” spiega l’organizzatore Tommaso de Mottoni. “Questa deve intendersi come un’edizione unica. Se il gradimento dei partecipanti confermerà la formula, l’obiettivo è quello di riproporla in un altro periodo dell’anno per destagionalizzare e promuovere il turismo dell’area, esattamente come abbiamo fatto con La Corsa della Bora che si svolge i primi di gennaio a Trieste. Si svolgerà quindi a maggio, come era stato progettato al momento della sua ideazione, ma poi portata ad agosto causa Covid. In tarda primavera potrà quindi aiutare ad aprire e ad anticipare la stagione estiva”. Un'occasione che potrebbe rappresentare un'ottima formula di destagionalizzazione, atta ad espandere il calendario turistico tradizionale.
" Il Friuli Venezia Giulia è una regione ricca di talenti ed eventi sportivi di livello nazionale e internazionale, grazie al grande lavoro che le nostre associazioni svolgono ogni giorno sul territorio. E’, quindi, con particolare piacere che porto il mio saluto ad una nuova manifestazione sportiva che arricchirà il calendario regionale: la prima edizione dell’Alpe Adria Ultra Trail. - rileva  Tiziana Gibelli,  Assessore alla Cultura e Sport Regione FVG - Un evento rilevante non solo per i tanti atleti partecipanti e il pubblico di appassionati, ma anche per il suo potenziale contributo al rilancio di tutto il territorio di Tarvisio. Ci tengo a fare un plauso all’ASD Sentierouno che, nonostante il difficile periodo segnato dalla pandemia da COVID-19, non si è arresa ed è riuscita a portare nella nostra regione un’altra kermesse sportiva di livello".

Ma non è tutto: con Alpe Adria Ultra Trail anche gli eventi correlati danno un importante contributo al territorio: un occhio particolare alla sostenibilità ambientale dell’evento sarà garantito grazie alla collaborazione con il WWF, presente per raccontare ai partecipanti, con un workshop mirato e con una postazione al villaggio di garail magico mondo della fauna alpina con il “progetto lince” che mira alla protezione di questa specie autoctona della foresta di Tarvisio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpe Adria Trail: correre a Ferragosto tra Italia, Austria e Slovenia

TriestePrima è in caricamento