Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Atletica: il triestino Paolo Messina terzo nei 200 metri ai campionati nazionali under 20

Il diciannovenne, già campione italiano indoor sui 200, si è confermato sulla stessa distanza con una finale al cardiopalma corsa in 21”35 che gli è valsa la medaglia di bronzo

Paolo Messina

Domenica da incorniciare per Paolo Messina nella terza giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Grosseto. Il diciannovenne, già campione italiano indoor sui 200, si è confermato sulla stessa distanza con una finale al cardiopalma corsa in 21”35 che gli è valsa la medaglia di bronzo. Nonostante il caldo torrido il vento ha sorriso a Messina e compagni che hanno trovato una brezza leggermente favorevole a +0.7 che ha consentito al velocista triestino di migliorare ancora il suo personale. Già nelle batterie Messina aveva scaldato i motori abbassando il suo limite a 21”44, minimo per gli Europei U20 di Tallinn. Nella finale Messina è riuscito a migliorarsi ancora uscendo addirittura in testa dalla curva e a conquistare la qualificazione ai Mondiali di Nairobi, in Kenya, con l’unica condizione che rientri al momento della scelta tra i migliori 2 della rappresentativa. Se dovesse riuscire nell'impresa andrebbe a unirsi al marciatore Emiliano Brigante nella compagine Trieste Atletica alla rassegna iridata. Il crono va tra l’altro a riscrivere il Record regionale Juniores di Jacopo Marin che resisteva dal 1984. Messina si lascia andare dopo il traguardo: ”Sono stanchissimo e felicissimo. Ho corso dei primi cento notevoli anche se poi, quando ho visto gli altri che mi arrivavano alle spalle, mi sono un po’ irrigidito. Sono veramente contento”. Nella stessa gara, complici le fatiche dei giorni precedenti, non è riuscito a qualificarsi per la finale Leonardo Moghnie, già 7° nei 400m, pur riuscendo a migliorare il suo PB portandolo a 22”12.

A chiudere la trasferta in Toscana sono i 1500m Promesse dove si son ben comportati Vicig e Canetti. Fabio Vicig, nella seconda serie, è riuscito a tenere il passo dei migliori e a chiudere sesto nella volata e 14° complessivo con il nuovo primato da 3:54.57. Dopo la buona prestazione nelle siepi di venerdì Davide Canetti non ha ripetuto la prestazione di qualità soffrendo le altissime temperature e tagliando il traguardo in 4’04”09 (32°).

A conclusione della kermesse grossetana il bilancio è senz’altro positivo per la compagine gialloblù. Un oro, due argenti, un bronzo e moltissimi miglioramenti personali per i ragazzi guidati dal direttore tecnico Roberto Furlanic che lasciano grande positività nel gruppo. Per alcuni di loro ora si aprono le porte della rassegna tricolore assoluta e degli appuntamenti con le nazionali giovanili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica: il triestino Paolo Messina terzo nei 200 metri ai campionati nazionali under 20

TriestePrima è in caricamento