Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Barcolana 2016 : “Fast and Furio Sailing Team" presenta Alfa Romeo: «Nuova barca, stessa passione!»

Furio Benussi: «La filosofia del progetto è proprio quella di lavorare e far crescere le giovani generazioni. Un progetto a 360 gradi. Non solo in mare ma anche a terra, a livello imprenditoriale e di organizzazione di eventi»

Il marchio Alfa Romeo torna protagonista alla Barcolana. Nella memoria degli appassionati della vela di certo scorrono ancora i fotogrammi delle cinque vittorie targate Neville Crichton, l'imprenditore miliardario neozelandese. Due volte con Alfa Romeo I, nel 2003 e 2004, e poi la tripletta di Alfa Romeo II, il 100 piedi che trionfò dal dal 2006 al 2008. Senza dimenticare che l'evoluzione della stessa imbarcazione portò in seguito alla nascita del progetto Esimit Europa 2, con a capo Igor Simsic, a sua volta capace di vincere per cinque volte consecutive la Coppa d'Autunno, dal 2010 al 2014.

Adesso arriva un nuovo progetto, una nuova imbarcazione, una nuova sfida che viene lanciata dal triestino Furio Benussi e il suo progetto Fast and Furio Sailing Team: «Questa start up nasce con l’idea di far comprendere e promuovere, non solo nel mondo della vela, l’importanza del lavoro di gruppo, della sinergia tra le persone e di come con l’azione collettiva dei suoi membri si ottengano risultati maggiori rispetto all’azione dei singoli. Fast and Furio Sailing Team ambisce a diventare il mezzo per veicolare questo importante messaggio adesso e nel futuro».

L’equipaggio, oltre a sei velisti americani, schiera una serie di giovani triestini: «La filosofia del progetto, - sottolinea Benussi - è proprio quella di lavorare e far crescere le giovani generazioni. Un progetto a 360 gradi. Non solo in mare ma anche a terra, a livello imprenditoriale e di organizzazione di eventi». Quest’anno il Fast and Furio Sailing Team si pregia dell’onore di avere come commodoro il vincitore della prima Barcolana: Piero Napp. Nel 1969 vinse, con Betelguese, la prima edizione della storica regata velica triestina. Da allora non manca mai all'appuntamento, partecipando con uno dei suoi rimorchiatori, il "Pegasus", che da decenni offre ospitalità alla Giuria.

Lo Yacht è un Maxi72 progettato da Reichel Pugh per Neville Crichton. È stato costruito da McConaghy e presentato nel 2008 come Alfa Romeo III. Nel settembre del 2008 ha vinto la MaxiYacht Rolex Cup, con Torben Grael come skipper. Successivamente con George Sakellaris come proprietatrio ha vinto due volte la Newport Bermuda Race, la Carribean 600, Key West race week, Montego Bay Race and Giraglia, solo per citarne alcune tra le più prestigiose. Il Maxi 72 ha subito un’ulteriore radicale trasformazione nel 2013, dallo scafo alla coperta, attraverso una versione innovativa che ne ha aumentato la performance.

Il maxi72 verrà ormeggiato presso il Molo Audace a Trieste dando inizio al denso programma della settimana della Barcolana con uscite giornaliere per allenamenti e uscite dedicate agli ospiti. Il Fast and Furio Sailing Team verrà seguito dal giovane fotografo e videomaker Alberto Lucchi che produrrà il backstage di Alfa Romeo.

Giovedì 6 ottobre, alle 10 è prevista la conferenza stampa presso stand di Fast and Furio Sailing Team, Molo Audace.

EQUIPAGGIO
Furio Benussi – Team Manager; Andrea Straniero – Randa; Matteo Stroppolo – Pit 2; Giulio Giovanella – Prua 1; Jacopo Ciampalini – Trimmer; Ettore Mazza – Prua 2; Alberto Bicci – Carro randa; Massimo Fiorito – Grinder; Nicholas Brezzi – Grinder; Andrea Bussani – Tailer 1; Massimo Signorelli – Grinder; Luca Antonazzi – Grinder; Alberto Rossi – Grinder; Andrea Visentini – navigatore; Bill Newkirk – Pit 1; Reggie Cole – Comandante; Peter Kingsbury – Ing. Sistemi; David Byrne – Sib Trimmer; Edoardo Natucci – Capo Grinder

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana 2016 : “Fast and Furio Sailing Team" presenta Alfa Romeo: «Nuova barca, stessa passione!»

TriestePrima è in caricamento