Sport Muggia

Basket Femminile a2; Interclub Muggia Corsara a Marghera

Dalle ceneri si può risorgere: Muggia, immedesimandosi in una sorta di araba fenice, trova un colpo assolutamente inaspettato alla vigilia, ma altrettanto meritato per quanto fatto vedere sul parquet. L'Interclub vince sul campo della Sernavimar...

Dalle ceneri si può risorgere: Muggia, immedesimandosi in una sorta di araba fenice, trova un colpo assolutamente inaspettato alla vigilia, ma altrettanto meritato per quanto fatto vedere sul parquet.

L'Interclub vince sul campo della Sernavimar per 59-65 e dà la dimostrazione che davvero niente è impossibile, soprattutto in un momento nerissimo della stagione. Gara perfetta delle rivierasche, brave a tenere a bada le lagunari nei primi due quarti che, apparse un po' nervose (ben 2 tecnici durante la partita) hanno poi dovuto rincorrere le ospiti, ispirate da una strepitosa Ana Ljubenovic (in foto) da 45 di valutazione.

Una vittoria scacciacrisi per Muggia, che si toglie di dosso il fardello delle sette sconfitte di fila e può guardare al futuro con un sorriso che mancava da troppo tempo.

Marghera si accende in avvio con due triple di Savelli, risponde l'Interclub con Cergol e soprattutto con Ljubenovic già estremamente positiva nei primi dieci minuti: a metà frazione le ospiti sono a -5, ma si dimostrano particolarmente reattive sul parquet a tal punto da chiudere la difesa con efficacia.

Muggia chiude a distanza minima al 10' (18-16) e, dopo un piccolo strappo a favore delle padrone di casa, torna ad agganciarsi alla Sernavimar cinque minuti dopo (25-24) riuscendo anche a mettere la freccia e a sorpassare le lagunari sessanta secondi più tardi, nuovamente con una Ljubenovic formato extra-strong già a quota 20 punti segnati, in grado anche di conquistare rimbalzi e guadagnarsi parecchie gite in lunetta. L'Interclub resta avanti anche di cinque lunghezze nella seconda frazione, sino al 32-34 di metà gara.

Buoni scampoli di gioco anche nel terzo quarto, sul lato rivierasco: si attiva la capitana Borroni e Muggia vola addirittura a +12 (38-50) con la Sernavimar parecchio in difficoltà in attacco. In quel momento la cabina di regia muggesana completa il delitto perfetto, con la gran prova di Meola e Primossi (quest'ultima abile a sferrare nel finale, assieme a Ljubenovic, la zampata decisiva dalla linea della carità), entrambe capaci di dare il giusto ordine alla manovra di gioco. I 5 falli di Cergol e Borroni a pochi minuti dal 40' non spaventano l'Interclub che alla fine può tornare a festeggiare, conscia che forse da questa vittoria può davvero iniziare un nuovo cammino.

Sernavimar Marghera-Interclub Muggia 59-65 (18-14, 32-34, 44-50)

Sernavimar Marghera: Innocenti 5, Castria n.e., Georgieva 7, Fabris, Borseoo 2, Zaggia n.e., Savelli 24, Ferri 6, Romagnoli 2, Brunelli 13. All. Iurlaro

Interclub Muggia: Meola, Borroni 17, Primossi 8, Cumbat n.e., Lucia n.e., Cergol 4, Castagna, Ljubenovic 25, Palliotto 9, Moratto 2. All. Jogan

Alessandro Asta - Addetto Stampa Pallacanestro Interclub Muggia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket Femminile a2; Interclub Muggia Corsara a Marghera

TriestePrima è in caricamento