Giovedì, 18 Luglio 2024
Basket

Pallacanestro Trieste, parla Christian: "La A2 è difficile, conterà la nostra capacità di resilienza"

Il General Manager Michael Arcieri e coach Jamion Christian hanno fatto il punto sulla nuova stagione

Sono intervenuti nel pomeriggio di lunedì 21 agosto, dalla sala stampa del PalaTrieste, il General Manager della Pallacanestro Trieste Michael Arcieri e coach Jamion Christian. Lo riferisce la società attraverso il proprio sito ufficiale.

E' stata l'occasione per presentare il nuovo head coach che parlato della sua filosofia di gioco e dei suoi primi giorni con la squadra. A introdurre il coach, Mike Arcieri, che ha fatto il punto su questo inizio di stagione: 

"Sono stato molto fortunato a conoscere Jamion, in occasione di una puntata del suo podcast, circa 8 mesi fa. Di lui mi ha colpito molto la sua filosofia, ma ancor più il suo lato umano: la capacità di entrare in empatia con le persone, di metterle al primo posto non solo dentro al campo da gioco".

E ancora: "Quando ho accettato questo incarico è stata la prima persona a cui ho pensato per guidare questo team. Empatia, umiltà e passione per la pallacanestro, questi i suoi valori, oltre a una preparazione tecnica fuori dal comune. Per me e CSG sono stati i fattori della scelta".

"Riuscire a gestire la squadra seguendo questi pilastri - ha concluso Arcieri - farà in modo che poi questa positività si converta anche nei risultati in campo. Sono passati solo pochi giorni dall'inizio della preparazione ma già si vedono dei risultati, nei sorrisi in campo, nella condivisione tra i ragazzi. Sentiamo già un ottima chimica, che tendenzialmente è difficile trovare dopo così poco tempo". 

"Sono molto contento di essere qui - le prima parole di coach Christian - e sento la responsabilità del ruolo in questo posto carico di storia. Sento la responsabilità di essere il leader di questi giocatori e sono pronto a questa sfida".

Sottolinendo con forza che: "Adoro questo gruppo di giocatori e quanto loro in primis vogliano bene ai loro tifosi. Sono tutti pronti a questa sfida, cosa che ci darà soddisfazione lungo il percorso. Per noi tutti si tratta di una grande opportunità di crescita, soprattutto nell'integrare diverse idee, stili di gioco, approcci al lavoro".

"Sono contento - continua Christian - perché dopo soli pochi giorni di allenamento anche i ragazzi stanno facendo proprie queste idee, si vede già una chimica tra di loro. La A2 è un campionato estremamente difficile, conterà la nostra capacità di resilienza e di affrontare insieme le difficoltà per uscirne più forti, di arrivare agli appuntamenti importanti con una condizione fisica e tecnica in crescita".

"La squadra lo ha capito - ha spiegato il tecnico della Pallacanestro Trieste - sa perfettamente che siamo tutti coinvolti in questo processo. Lavoreremo singolarmente con i giocatori affinché per ognuno di loro possiamo capire come portarlo al massimo della condizione. Consiglio a tutti i nostri tifosi di abbonarsi perché sono sicuro che quest'anno ci sarà da divertirsi".

Il coach ha infine approfondito la sua filosofia di gioco: "Il nostro sistema di gioco sarà un mix della mia esperienza statunitense e quella europea che ho avuto modo di studiare e di condividere con i miei assistenti. Un gioco veloce, che prevedrà molti tiri da 3 punti, e che a livello difensivo si baserà sul rendere difficile agli avversari entrare nel pitturato. Abbiamo 10 giocatori in grado di ruotare tutti per dare il loro contributo alla squadra".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallacanestro Trieste, parla Christian: "La A2 è difficile, conterà la nostra capacità di resilienza"
TriestePrima è in caricamento