Brindisi espugna l'Allianz Dome superando Trieste 80-72

21.30 - ai ragazzi di Dalmasson sono mancate lucidità ed esperienza per gestire con efficacia il finale punto a punto.

COMMENTO E SALA STAMPA

L’ottava giornata del campionato di pallacanestro di serie A1 2019/2020 ha visto affrontarsi all’Allianz Dome la Pallacanestro Trieste e l’Happy Casa Brindisi, davanti a 5317 spettatori, compresa una decina di tifosi giunti dalla lontana Brindisi. Prima dell’incontro la Pallacanestro Trieste e la Questura di Trieste hanno voluto ricordare i “Figli delle Stelle” Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, poliziotti uccisi lo scorso 4 ottobre presso la Questura di Trieste, accompagnati da un lungo applauso dei presenti. Tutti presenti i biancorossi, chiamati a cancellare l’inopinata sconfitta di Pistoia conquistando due punti contro la forte formazione pugliese. I ragazzi di Dalmasson, purtroppo, non sono riusciti a bissare l’ultimo successo casalingo contro Brescia e sono usciti sconfitti dall’Allianz Dome con il punteggio di 72-80. Trieste è sempre rimasta in partita, recuperando nel terzo quarto uno svantaggio di dieci punti.  Nel minuto finale è mancata a necessaria lucidità ed esperienza per superare la quotata formazione condotta da Coach Vitucci. Appunto Vitucci – in sala stampa - ha affermato che «non è stata una bella partita, molto fisica, ma siamo stati bravi a non perdere la testa pur non giocando benissimo. Sul nostro vantaggio di 10 punti abbiamo avuto problemi di falli, Trieste ci ha messo fisicità ed è riuscita a recuperare il divario». Di seguito Dalmasson commenta così la sconfitta: «partita combattuta ma per vincere contro Brindisi era necessario fare qualcosa in più. Ha prevalso l’esperienza di Brindisi con l’efficace gestione di Banks nel minuto finale. Finché abbiamo avuto sufficiente lucidità abbiamo giocato bene, ma ci è mancato il rush finale ed è quello che conta». Scorrendo il tabellino si rileva la positiva partita di Jones, seguito da Cooke con 13 punti e 14 rimbalzi. Per gli ospiti 18 punti di Banks, 15 di Martin e 16 di Johnson.

 PRIMO TEMPO

La Pallacanestro Trieste parte con Peric, Jones, Mitchell, Elmore e Justice; Brindisi risponde con Brown, Banks, Martin, Thompson e Stone. Primi punti biancorossi con Mitchell, ai quali replica Banks dalla lunetta. Buona difesa triestina ma imprecisione in attacco ed è così che arriva il primo vantaggio esterno dopo quattro minuti con la tripla di Thompson (8-9). Si sblocca Elmore dalla distanza e Justice finalizza a canestro una palla recuperata. Sull’altro lato canestro più libero aggiuntivo di Banks per il nuovo vantaggio di marca pugliese (15-16). Dopo un alley-oop di Cavaliero per Mitchell, Elmore trova la tripla sulla prima sirena, che vale il 22-21 dopo dieci minuti di gioco.

Nel secondo periodo tripla di Cavaliero per il nuovo vantaggio giuliano. Brindisi avanti di quattro punti (30-26), subito ricucito da un’altra bomba di Cavaliero. Secondo parziale nel complesso equilibrato che si conclude con l’Happy Casa avanti 37-36.

SECONDO TEMPO

Un paio di palle perse da parte triestina consentono a Brindisi di tenere il punto di vantaggio e successivamente di allungare con una tripla di Tyrone, lasciato troppo solo. Primo tentativo di fuga per Brindisi (42-52) al quinto minuto; Peric trova una tripla importante ma Banks risponde con pari moneta. Dall’altra parte Fernandez mette solo uno dei liberi mentre Brindisi mantiene il vantaggio anche con una bomba di Stone ma i biancorossi, trascinati dal pubblico, confezionano un parziale di 4-0 riportandosi sotto (56-60) a 1.26 alla fine del terzo quarto. I biancorossi sprecano ancora in attacco e non trovano con Cavaliero la tripla del -1. Il periodo si chiude con Brindisi avanti (56-60).

Nell’ultimo quarto Trieste recupera parte dello svantaggio. Palla conquistata da Justice per la schiacciata di Strautins con i biancorossi puniti però dalla tripla di Gaspardo. Trieste ad un possesso con i due punti di Cavaliero e ricuce con il punto dalla lunetta di Cooke. La tripla di Banks riporta gli ospiti avanti 66-62. Ancora Cooke in tap-in a correggere la tripla sbagliata da Peric, con pareggio di Jones a 2.30. Ancora Banks micidiale nel colpire dalla distanza ma Trieste non molla e trova con Jones un rimbalzo offensivo e due punti fondamentali. Sorpasso di Trieste con Jones che si fa spazio sotto il canestro avversario. Brown III riporta avanti i suoi e Zanelli trova una pesantissima tripla da otto metri (72-76) a 21 secondi dalla fine. Dopo il time-out Trieste getta però alle ortiche una palla importante. Ne consegue il tentativo di recupero da parte dei biancorossi attraverso il fallo sistematico: Zanelli non sbaglia a cronometro fermo, Brindisi recupera il possesso sull’ennesima palla persa giuliana e realizza i punti che valgono la vittoria per 80-72. Nel prossimo turno la Pallacanestro Trieste sarà impegnata ancora all’Allianz Dome ed affronterà la capolista Virtus Bologna di Teodosic & CO.

COMMENTO E SALA STAMPA

L’ottava giornata del campionato di pallacanestro di serie A1 2019/2020 ha visto affrontarsi all’Allianz Dome la Pallacanestro Trieste e l’Happy Casa Brindisi. Prima dell’incontro la Pallacanestro Trieste e la Questura di Trieste hanno voluto ricordare i “Figli delle Stelle” Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, poliziotti uccisi lo scorso 4 ottobre presso la Questura di Trieste, accompagnati da un lungo applauso dei presenti. Tutti presenti i biancorossi, chiamati a cancellare l’inopinata sconfitta di Pistoia conquistando due punti contro la forte formazione pugliese. I ragazzi di Dalmasson, purtroppo, non sono riusciti a bissare l’ultimo successo casalingo contro Brescia e sono usciti sconfitti dall’Allianz Dome con il punteggio di 72-80. Trieste è sempre rimasta in partita, recuperando nel terzo quarto uno svantaggio di dieci punti.  Nel minuto finale è mancata a necessaria lucidità ed esperienza per superare la quotata formazione condotta da Coach Vitucci. Appunto Vitucci – in sala stampa - ha affermato che «non è stata una bella partita, molto fisica, ma siamo stati bravi a non perdere la testa pur non giocando benissimo. Sul nostro vantaggio di 10 punti abbiamo avuto problemi di falli, Trieste ci ha messo fisicità ed è riuscita a recuperare il divario». Di seguito Dalmasson commenta così la sconfitta: «partita combattuta ma per vincere contro Brindisi era necessario fare qualcosa in più. Ha prevalso l’esperienza di Brindisi con l’efficace gestione di Banks nel minuto finale. Finché abbiamo avuto sufficiente lucidità abbiamo giocato bene, ma ci è mancato il rush finale ed è quello che conta». Scorrendo il tabellino si rileva la positiva partita di Jones, seguito da Cooke con 13 punti e 14 rimbalzi. Per gli ospiti 18 punti di Banks, 15 di Martin e 16 di Johnson.

 PRIMO TEMPO

La Pallacanestro Trieste parte con Peric, Jones, Mitchell, Elmore e Justice; Brindisi risponde con Brown, Banks, Martin, Thompson e Stone. Primi punti biancorossi con Mitchell, ai quali replica Banks dalla lunetta. Buona difesa triestina ma imprecisione in attacco ed è così che arriva il primo vantaggio esterno dopo quattro minuti con la tripla di Thompson (8-9). Si sblocca Elmore dalla distanza e Justice finalizza a canestro una palla recuperata. Sull’altro lato canestro più libero aggiuntivo di Banks per il nuovo vantaggio di marca pugliese (15-16). Dopo un alley-oop di Cavaliero per Mitchell, Elmore trova la tripla sulla prima sirena, che vale il 22-21 dopo dieci minuti di gioco.

Nel secondo periodo tripla di Cavaliero per il nuovo vantaggio giuliano. Brindisi avanti di quattro punti (30-26), subito ricucito da un’altra bomba di Cavaliero. Secondo parziale nel complesso equilibrato che si conclude con l’Happy Casa avanti 37-36.

SECONDO TEMPO

Un paio di palle perse da parte triestina consentono a Brindisi di tenere il punto di vantaggio e successivamente di allungare con una tripla di Tyrone, lasciato troppo solo. Primo tentativo di fuga per Brindisi (42-52) al quinto minuto; Peric trova una tripla importante ma Banks risponde con pari moneta. Dall’altra parte Fernandez mette solo uno dei liberi mentre Brindisi mantiene il vantaggio anche con una bomba di Stone ma i biancorossi, trascinati dal pubblico, confezionano un parziale di 4-0 riportandosi sotto (56-60) a 1.26 alla fine del terzo quarto. I biancorossi sprecano ancora in attacco e non trovano con Cavaliero la tripla del -1. Il periodo si chiude con Brindisi avanti (56-60).

Nell’ultimo quarto Trieste recupera parte dello svantaggio. Palla conquistata da Justice per la schiacciata di Strautins con i biancorossi puniti però dalla tripla di Gaspardo. Trieste ad un possesso con i due punti di Cavaliero e ricuce con il punto dalla lunetta di Cooke. La tripla di Banks riporta gli ospiti avanti 66-62. Ancora Cooke in tap-in a correggere la tripla sbagliata da Peric, con pareggio di Jones a 2.30. Ancora Banks micidiale nel colpire dalla distanza ma Trieste non molla e trova con Jones un rimbalzo offensivo e due punti fondamentali. Sorpasso di Trieste con Jones che si fa spazio sotto il canestro avversario. Brown III riporta avanti i suoi e Zanelli trova una pesantissima tripla da otto metri (72-76) a 21 secondi dalla fine. Dopo il time-out Trieste getta però alle ortiche una palla importante. Ne consegue il tentativo di recupero da parte dei biancorossi attraverso il fallo sistematico: Zanelli non sbaglia a cronometro fermo, Brindisi recupera il possesso sull’ennesima palla persa giuliana e realizza i punti che valgono la vittoria per 80-72. Applausi del pubblico triestino per il cuore che la squadra ha comunque gettato in campo  Nel prossimo turno la Pallacanestro Trieste sarà impegnata ancora all’Allianz Dome ed affronterà la capolista Virtus Bologna di Teodosic & CO.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Tuiach porta in tribunale Parisi ma perde la causa

  • Sara Gama corregge giornalista di Sky: "Trieste è in Venezia Giulia"

  • Brutto incidente in superstrada, due persone a Cattinara

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

  • Minorenne picchiato da un 'ambulante': il racconto della vittima

Torna su
TriestePrima è in caricamento