Calcio: per la Figc si gioca, decisiva la riunione con il Governo del 28 maggio

E' questa la decisione della Figc che nel pomeriggio di oggi ha emesso un comunicato stampa che spiega le motivazioni di tale scelta

Il calcio non deve fermarsi. E' questa la decisione della Figc che nel pomeriggio di oggi ha emesso un comunicato stampa che spiega le motivazioni di tale scelta. “La Figc – così nel comunicato - ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C".

Una volontà, quella della federazione, che rimescola le carte rispetto agli sviluppi paventati fino ad ora. "Precedentemente al riavvio dell'attività agonistica - continua la nota - sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout) al fine di individuare l'esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Conte: "Se continuiamo così, in due settimane tutte le regioni saranno gialle"

  • Covid, Fedriga: “Il Fvg non andrà in zona rossa”

  • Rapina da 195 mila euro a Pola, la fuga e l'arresto sul confine: in manette due poliziotti e un carabiniere

  • Trovata morta in mare a Grignano: aveva 62 anni

  • I migliori panifici di Trieste secondo il Gambero Rosso

  • Carenza di vitamina D: come riconoscerla e rischi per la salute

Torna su
TriestePrima è in caricamento