Sport

Ciao Amilcare Berti... Ci ha lasciato l’uomo che ha fatto sognare un'intera città

L'ex Presidente della Triestina è morto stamattina in un ospedale di Udine, dov'era ricoverato a seguito di una brutta malattia. Berti indubbiamente è stato il Presidente più amato nella storia dell'Unione

Vogliamo partire da lì.... dal 9 giugno del 2002: una data storica per tutti noi tifosi rosso-alabardati, giorno della straordinaria impresa da parte “degli eroi di berti lucchese triestina-2Lucca”, che regalarono a se stessi, ma soprattutto ai supporters ed alla città la più bella tra le promozioni in Serie B, la più inattesa, la più sofferta, la più entusiasmante. Capaci di rimontare 2 gol, in svantaggio per 3-1,  gli undici di Ezio Rossi, ridotti in 8 uomini avrebbero impattato 3-3 dopo i tempi supplementari mandando in estasi in primo luogo il suo Presidente, Amilcare Berti, che oggi purtroppo ci ha lasciato.

berti 2-2La notizia è stata diffusa tramite i social network ed ha immediatamente gettato nello sconforto i tifosi della Triestina, ancora molto legati a Berti e alle imprese fatte durante sue annate: è unanime il pensiero che Berti fosse “l’ultimo Presidente degno di rispetto”.

Arrivato in città in punta di piedi, ha dimostrato sin da subito la sua buona educazione, pacatezza, rispetto, savoir-faire, tutte doti piuttosto inconsuete tra protagonisti del calcio odierno, che lo rendevano un uomo unico. Amato dai tifosi, con lui la Trieste sportiva ha sognato un approdo miracoloso in Serie A dalla Serie C2: due promozioni di fila, dopo anni impantanati nella quarta serie con continue eliminazioni dei play-off promozione, che ormai erano diventati una vera e propria maledizione per i tifosi.

Le finali promozioni di Mestre (dalla C2 alla C1) e di Lucca (C1 alla B), i 20.000 al Rocco contro il berti lucchese triestina 2-2Siena che intonano a squarciagola “Salutate la capolista” e la "quasi" promozione in Serie A sono tra i ricordi che rimarranno per sempre incastonati della mente di tutti noi amanti dei colori rosso-alabardati

Ciao Amilcare, grande Presidente, da lassù dai un' occhiata alle sorti dell’Unione, e, se puoi mettici una buona parola.

La “TUA” Triestina necessita dell’aiuto di tutti per risollevarsi dal pantano in cui è precipitata, anche e soprattutto della Divina Provvidenza.

Piccolo Grande Uomo, Grazie delle mille emozioni che ci hai regalato. Non ti dimenticheremo mai: Riposa in pace.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciao Amilcare Berti... Ci ha lasciato l’uomo che ha fatto sognare un'intera città

TriestePrima è in caricamento