Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Crac Triestina, due anni all'ex presidente De Angelis

L'ex compagna di Sergio Aletti ed ex presidente dell'Unione è stat ritenuta colpevole di bancarotta fraudolenta e di aver distratto fondi della società (circa 7000 euro utilizzati per scopi non inerenti alle funzioni societarie). Pena sospesa, ma resta il pagamento delle spese processuali

Due anni di reclusione. Questa la pena inflitta, e sospesa, dai giudici del Tribuna le di Trieste per l'ex presidente alabardato Cristina De Angelis, compagna e poi ex del defunto Sergio Aletti nell'aera della sua disastrosa esperienza alla Triestina, fallita poi il 25 gennaio 2012. Il collegio composto da Filippo Gulotta, Pietro Leanza e Francesco Antoni l'ha ritenuta colpevole del reato di bancarotta fraudolenta e di aver distratto fondi della società - una cifra di poco inferiore ai 7000 euro utilizzati per motivi non inerenti alle funzioni societarie -.

Come nelle altre occasioni, De Angelis non era in aula: per lei il pm Federico Frezza aveva chiesto per lei la condanna a un anno e 6 mesi, mentre l'avvocato difensore d'ufficio Mario Conestabo l'assoluzione. Per lei dunque la sospensione dei 2 anni di carcere, ma resta il pagamento delle spese processuali

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac Triestina, due anni all'ex presidente De Angelis

TriestePrima è in caricamento