Sport

Curva Furlan: «Pontrelli vattene, Cosolini fai il tuo dovere»

È quanto affermato in una nota dagli esponenti della "Curva Furlan": «Mandare via Pontrelli è l'imperativo per noi e per tutti i sostenitori dell'Alabarda. Non si ripetano le stesse situazioni che purtroppo da anni ormai si ripresentano»

«Mandare via Pontrelli e' l'imperativo per noi e per tutti i sostenitori dell'Alabarda, ma poi? Cacciando quest’ultimo buffone dobbiamo al contempo far si, che non si ripetano nuovamente le stesse situazioni che purtroppo da anni ormai si ripresentano. Si susseguono, quasi fossero programmate, in un circolo vizioso realtà che non fanno altro che aggravare ed alimentare l'agonia della nostra bandiera. Possiamo aspettarci qualcosa di meglio di Pontrelli senza che cambi l'atteggiamento delle istituzioni di questa città?» È quanto affermato in una nota dagli esponenti della "Curva Furlan"

«Gli esempi di altre città- continua la nota - , che non staremo qui a citare, dove istituzioni presenti e vigili, sono decisive per le sorti ed il futuro di quella che comunque è un patrimonio ed un'espressione della città stessa e quindi dovrebbe essere sotto tutela e responsabilità di chi amministra la città. Quindi, alla volontà ferma, di voler allontanare Pontrelli, dobbiamo unire l'impegno a scuotere questo sindaco e la sua amministrazione, da troppo tempo ormai spettatori statici davanti a varie situazioni e personaggi».

«Un amministrazione - spiegano dalla Furlan - che, prima lascia filtrare in città e poi mette in difficoltà soggetti che alla fine non riescono comunque nell'intento di raggiungere un minino traguardo ,ma senza proporsi mai come alternativa, come arbitro di una situazione che riguarda in prima persona un sindaco che non può e non deve considerare solo i monumenti, i musei, le grandi opere, ecc come patrimonio civico da tutelare e difendere ma anche un bene collettivo, con un secolo di storia, che si chiama Triestina».

«Questa amministrazione - sottolinea la nota -  cittadina dorme senza una progettualità seria, fatta d'investimenti e ricerca di persone e capitali da importare nel tessuto sociale triestino facendosi però, in primis, garanti della serietà evitando che avventurieri e faccendieri da quattro soldi provenienti da ogni dove sbarchino qui e facciano quello che vogliono. Ora mandiamo via quest'ultimo pagliaccio e obblighiamo la giunta Cosolini a fare quello che finora non ha fatto e che noi a gran voce pretendiamo per la nostra squadra».

«La Triestina - concludono - non viene dopo la Barcolana, la Bavisela o qualsiasi altra manifestazione cittadina, anzi, viene molto prima, perché lustro e blasone secolare di questa città: PONTRELLI VATTENE, COSOLINI FAI IL TUO DOVERE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curva Furlan: «Pontrelli vattene, Cosolini fai il tuo dovere»
TriestePrima è in caricamento