menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal 29 ottobre al 6 novembre Triesteantiqua: "Vetera Semper Nova"

Si è svolta questa mattina, nella Sala Rossa della Camera di Commercio di Trieste, la presentazione della 29esima edizione di Triesteantiqua, la mostra mercato dell’antiquariato in programma dal 29 ottobre al 6 novembre prossimi.La novità...

Si è svolta questa mattina, nella Sala Rossa della Camera di Commercio di Trieste, la presentazione della 29esima edizione di Triesteantiqua, la mostra mercato dell'antiquariato in programma dal 29 ottobre al 6 novembre prossimi.
La novità principale per l'anno in corso è legata alla location: la mostra di antiquariato, infatti, si terrà nel Salone degli Incanti e non alla Stazione Marittima.
Una scelta dettata dalla necessità di ospitare un numero maggiore di espositori rispetto alla passata edizione. Quest'anno aderiscono all'evento una cinquantina di antiquari provenienti da Italia, Austria, Germania e Belgio.
Invariati, anche quest'anno, i prezzi dei biglietti: 9 euro gli interi, 6 euro i biglietti ridotti, biglietti famiglia a 20 euro per due adulti con un massimo di tre minori. Gli orari: 10-20 i festivi e pre-festivi, 15-20 nelle altre giornate.
Maggiori informazioni sul sito www.triesteantiqua.it
Triesteantiqua viene potenziata e migliorata ogni anno da contenuti culturali che vanno ad integrare la mostra di per se stessa, ricchissima di quadri, icone, manufatti, gioielli, stampe e fotografie, così come di sculture, arazzi, tappeti, mobilio e tanti altri oggetti antichi. Come consuetudine si potrà ammirare il classico filone dell'antiquariato di impronta austro-ungarica, tradizionalmente legato alla storia della città di Trieste, assieme ad oggetti di epoche diverse.

La nuova veste grafica ed il motto ideato per la manifestazione, "VETERA SEMPER NOVA", vogliono evidenziare la volontà degli organizzatori di innovare nel segno della tradizione questo atteso appuntamento con l'antiquariato di qualità.

Parallelamente e perfettamente inserite nella kermesse sono state calendarizzate numerose iniziative che fungono da corollario a Triesteantiqua, che è il più importante evento culturale dell'autunno giuliano e che sa rinnovarsi di anno in anno in base ai gusti, ai temi ed alle esigenze di espositori e visitatori.

Un'iniziativa benefica, che da molti anni si svolge all'interno della mostra organizzata da Promotrieste, è quella promossa a favore dell'AIRC (Associazione Italiana Ricerca sul Cancro). Per l'edizione 2011 il tema prescelto ha per titolo "La mano dell'uomo": una ricca raccolta di oggetti che riproducono, nei più differenti materiali, questo gioiello d'ingegneria naturale che caratterizza l'essere umano. Una tematica sicuramente inusuale ma molto amata da artisti, orafi, scultori, pittori ed artigiani, specie verso fine '800 ed inizio '900.

Oltre a quella dell'AIRC verrà allestita la mostra collaterale "Caffè Privè" dedicata alle caffettiere. Realizzata da Lucio Del Piccolo, essa costituirà un'altra ricca attrattiva nel Salone degli Incanti. I visitatori di Triesteantiqua potranno ammirare una parte della collezione privata costituita da macchine per caffè ed apparati per estrarne l'infuso datati, all'incirca, fra il 1860 ed il 1970. Le caffettiere fanno parte della nostra storia nazionale e ci raccontano di gesti, abitudini e "riti" dei nostri avi per ottenere il "nero nettare". E, più intrinsecamente, sono anche testimonial esclusivo degli ultimi 150 anni di Trieste, città dove il caffè, è noto, è diventato uno degli emblemi del territorio.

Tra le iniziative promosse a livello nazionale ed internazionale e destinate ad incrementare la presenza turistica a Trieste c'è anche "Antiqua Hotels", ovvero il pacchetto turistico legato alla mostra, che prevede il pernottamento a prezzi speciali associato al biglietto dell'evento.

Un'altra particolarità di Triesteantiqua 2011 sarà inoltre rappresentata dalla collaterale dedicata ai soldatini.
Saranno messi in mostra soldatini autentici e da collezione, in particolare sarà "L'Imperial Regio Esercito Austro Ungarico" ad emanare tutto il suo fascino grazie al lavoro certosino di appassionati e collezionisti che hanno raccolto raffigurazioni militari dall'epoca del regno di Maria Teresa fino alla fine del 1800.
Si potranno vedere "pezzi unici" di soldatini realizzati da alcuni tra i migliori modellisti al mondo, scolpiti uno a uno e dipinti a raffigurare le uniformi asburgiche, provenienti dalle più importanti collezioni italiane. Sarà poi evocato un ampio spaccato di soggetti militari con l'iconografia: incisioni, dipinti, disegni e fotografie d'epoca. Inoltre saranno esposte divise, copricapi e medaglie.
Nell'anniversario dei 150 anni dell'Unità d'Italia questa collaterale non vuole certo porsi in antitesi alle celebrazioni ma al contrario testimoniare un nuovo sentimento di fratellanza tra popoli una volta avversari, sapendone leggere con il dovuto rispetto e senso dell'onore la storia di ciascuno.

Triesteantiqua, già da alcuni anni, è anche apprendimento e didattica.
All'interno della mostra si svolgeranno due conferenze aperte al pubblico.
Il programma prevede, per giovedì 3 novembre, la presentazione del libro "Liberty, natura e materia" di Giovanni Renzi.
Il volume verrà illustrato dallo stesso autore, che sarà anche un espositore della mostra e che è uno dei massimi esperti nazionali del mobile in faggio, avendo oltretutto già pubblicato diversi lavori.
Venerdì 5, invece, Bruno Callegher, professore associato presso la facoltà di lettere e filosofia dell'ateneo locale, curerà il seminario su "Nicola Bottacin a Trieste: il collezionismo d'arte e numismatico alla ricerca di un ruolo sociale".
Un incontro, anche questo aperto al pubblico, che richiamerà sicuramente un buon numero di appassionati, e che contribuirà a rendere Triesteantiqua non solo una mostra-mercato ma anche una location di indubbia attrazione culturale. Entrambe le conferenze si terranno presso l'auditorium del Salone degli Incanti alle ore 16.

La rassegna, lo ricordiamo, aprirà al pubblico il prossimo 29 ottobre per concludersi il 6 novembre.
Invariati, anche quest'anno, i prezzi dei biglietti: 9 euro gli interi, 6 euro i biglietti ridotti, biglietti famiglia a 20 euro per due adulti con un massimo di tre minori. Gli orari: 10-20 i festivi e pre-festivi, 15-20 nelle altre giornate.
Maggiori informazioni sul sito www.triesteantiqua.it

Alla presentazione sono intervenuti il presidente camerale Antonio Paoletti, i vertici del Consorzio Promotrieste, organizzatore dell'evento, e Roberto Borghesi, presidente dell'Associazione Antiquari del Friuli Venezia Giulia, che collabora con Promotrieste nella realizzazione della mostra. Triesteantiqua gode del sostegno della Camera di Commercio, indispensabile per la crescita dell'iniziativa che raccoglie un crescente interesse a livello nazionale ed internazionale.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento