Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Divertimento Assicurato con Pierfrancesco Favino in "Servo per due" al Politeama Rossetti

Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Stabile regionale mercoledì 20 novembre e replica fino al 24 Sono singolari talvolta i percorsi di certi testi, che attraversano il tempo e rinascono attraverso riscritture e interpretazioni sempre nuove…...

Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Stabile regionale mercoledì 20 novembre e replica fino al 24

Sono singolari talvolta i percorsi di certi testi, che attraversano il tempo e rinascono attraverso riscritture e interpretazioni sempre nuove? È questa la storia di One Man, Two Guvnors, piéce del commediografo inglese contemporaneo Richard Bean: Pierfrancesco Favino dopo aver visto lo spettatolo, che ha debuttato con clamoroso successo nel 2011 al National Theatre di Londra, poi ha avuto un tour in Inghilterra, repliche nel West End e alla fine del 2011 l'esordio a Broadway, ha deciso di tradurlo e adattarlo (assieme a Paolo Sassanelli, Marit Nissen e Simonetta Solder), dirigerlo e interpretarlo nel ruolo del protagonista, "restituendo" così all'Italia una sua idea: infatti One Man, Two Guvnors è tratta in modo libero, intelligente e attuale da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni.

Il protagonista, un brillante e piacevolmente sorprendente Pierfrancesco Favino - che tutti conosciamo per le sue interpretazioni di ruoli se non drammatici, comunque molto seri e poco inclini alla comicità, ma da grande attore qual è si trova a suo agio anche in questa esilarante commedia -, è Pippo, un moderno Arlecchino, che però conserva le caratteristiche fondamentali di Goldoni, leggerezza, furbizia e ossessione della fame: ha appena perso il lavoro e si ritrova depresso, senza soldi e senza la possibilità di mangiare. Essendo ossessionato dal cibo è disperato, comincia a cercare un nuovo mestiere e dopo vari tentativi accetta di lavorare contemporaneamente alle dipendenze di due diversi padroni, trovando così il modo di raddoppiare salario.

Nello spettacolo riconosceremo tutti i tratti fondamentali della Commedia dell'Arte, espressi attraverso codici vicini alla nostra sensibilità, dalla musica allo slapstick, dalla coreografia alla clownerie. Una commedia comica, dunque, con attori che cadono dalle scale, sbattono le porte, fanno battute a doppio senso e interagiscono con il pubblico: uno spettacolo costruito sulla combinazione comicità visiva e verbale e che non disdegna l'apporto musicale, assicurato dal vivo da una piccola orchestra di quattro elementi che strappano applausi al pubblico in sala al pari degli attori in scena.

Si assisterà a infinite situazioni esilaranti e fuori dagli schemi classici che connotano questo spettacolo, preparato da Favino e dalla compagnia Danny Rose attraverso un inconsueto e affascinante percorso di momenti formativi e laboratoriali: acrobatica, utilizzo della maschera, clownerie, canto, movimenti e gesti coreografici.

Il ruolo del servo è interpretato da Pierfrancesco Favino che firma anche la regia assieme a Paolo Sassanelli. Le scene sono di Luigi Ferrigno, i costumi di Alessandro Lai, le luci di Cesare Accetta, le coreografie di Fabrizio Angelini, ha curato il canto Gabriele Foschi. Le elaborazioni musicali sono a cura dell'orchestra "Musica di Ripostiglio" composta da Luca Pirozzi (chitarra, voce e banjo), Luca Giacomelli (chitarra), Raffaele Toninelli (contrabbasso e voce), Emanuele Pellegrini (batteria, percussioni e voce). Le parole della canzone Tomorrow looks good from here sono state scritte da Richard Bean e Grant Olding. Lo spettacolo è stato realizzato con la partecipazione della Fondazione Teatro della Pergola di Firenze. Il cast di Servo per Due è formato dagli attori del Gruppo Danny Rose che, suddivisi in due gruppi, si alterneranno nel corso della tournée. In scena a Trieste reciteranno: Bruno Armando (Altero/Bartolo), Anna Ferzetti (Zaira), Giampiero Judica (Livio), Diego Ribon (Bartolo/Altero), Eleonora Russo (Clarice), Luciano Scarpa (Amerigo), Pierfrancesco Favino (Pippo), Fabrizia Sacchi (Rocco/Rachele), Gianluca Bazzoli (Tassista/Barista/Guardia), Pietro Ragusa (Ludovico), Roberto Zibetti (Gennaro) Ugo Dighero (Alfredo), Marit Nissen (La Iolanda).

Prodotto da Gli Ipocriti e Ass. REP/Gruppo Denny Rose Servo per Due (One Man, Two Guvnors) di Richard Bean liberamente tratto da Il servitore di due padroni di Carlo Goldoni va in scena alla Sala Assicurazioni Generali da mercoledì 20 a domenica 24 novembre. Le recite sono tutte alle 20.30 ad eccezione della pomeridiana di domenica che inizia alle ore 16.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divertimento Assicurato con Pierfrancesco Favino in "Servo per due" al Politeama Rossetti

TriestePrima è in caricamento