Edera Trieste perde il derby, Coralimpianti si aggiudica il match

Coralimpianti batte l'Edera in un match esplosivo.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TriestePrima

Il derby di Trieste si è disputato sabato 23 alle 19,30 al PalaFoschiatti per l’11a giornata di campionato di serie B. Un derby ad alta quota quello andato in scena fra le due formazioni che si sono affrontate altre due volte in questa stagione con i risultati che sono stati favorevoli all’Edera. Forse anche a seguito di queste due sconfitte, Coralimpianti si presenta al match con grande concentrazione e procede ad una riunione e poi ad un attento riscaldamento con il team arricchito da un preparatore atletico. L’Edera dal canto suo ha recuperato Fumagalli e schiera anche Pazzaglia e Del Piano per un roster meno ridotto di quanto si pensasse alla vigilia del match. Il fischio d’inizio da parte della coppia arbitrale, i sig.ri Fiabane e Monferone è puntuale ed apre la competizione. I due team danno vita ad un bel gioco, veloce ed ambizioso con scaramucce che penalizzano per due volte l’Edera che paga penalità con Simsic e Cocozza, 2 minuti a testa. Dopo un time out richiesto dai Tigers, è Leben al 17mo minuto a marcare la prima rete, con assist di capitan Fabietti per i biancorossi in powerplay. Due minuti dopo è il tigrotto Battisti ad essere penalizzato per due minuti e gli ederini che capitalizzano a loro volta il powerplay pareggiando con Degano su assist di Zerdin. Negli ultimi 2 minuti del primo tempo, sempre in superiorità numerica grazie alle penalità inflitte ai biancorossi, segna ancora l’Edera con Degano su assist di Simsic e Cocozza con assist di Degano e la prima frazione termina 3 a 1 per i padroni di casa. Nella ripresa al quinto minuto è Angeli su assist di Mariotto ad accorciare le distanze per il Coralimpianti e lo stesso Angeli due minuti dopo a pareggiare con assist di Fink. A 11 minuti dalla fine del match mister Florean chiama un time out e striglia i suoi, ma a cinque minuti dalla fine del match, sono le tigri a passare con rete gonfiata da Pittani su assist di De Vonderweid. A 33 secondi dalla fine dell’incontro è capitan Fabietti a mettere in rete il gol che segna il definitivo 3 a 5 con vittoria del Tergeste, che raggiunge i rossoneri in testa alla classifica di serie B. Un match teso e combattuto fra le due migliori formazioni della serie cadetta. “La nostre prestazioni sono state insufficienti. Abbiamo sottovalutato l’avversario e non siamo stati convincenti nella fase difensiva. Nel primo tempo siamo riusciti a fare il nostro gioco ed abbiamo segnato 3 gol pur subendone uno. Nella ripresa qualcuno ha cominciato a giocare da solo sbilanciando tutta la linea, forse pensava alla classifica a punti, invece di pensare a rientrare e difendere. O forse avendo un golie, Lorenzo Biason, che ha parato di tutto e si distingue sempre in campo, hanno pensato che potesse vedersela da solo. Sono ragazzi giovani e capiranno con il tempo. Complimenti al Tergeste per una vittoria meritata.” Ha dichiarato mister Roberto Florean a fine match. Addetto stampa Massimiliano Cocozza. FOTO Sergio Sindici

Torna su
TriestePrima è in caricamento