Sport

Esonero-shock Gagliardi, Pontrelli: «Non ero d'accordo sul sistema tattico»

Al termine della sfida contro il Legnago Salus il Presidente alabardato Marco Pontrelli ha reso note le motivazioni dell’esonero di Gianluca Gagliardi poche ore prima del match contro la formazione veronese

Al termine della sfida contro il Legnago Salus il Presidente alabardato Marco Pontrelli ha reso note le motivazioni dell’esonero di Gianluca Gagliardi poche ore prima del match contro la formazione veronese: “Ci pensavo da alcuni giorni e sapevo che avrei scatenato un terremoto, ma era una misura necessaria perché la partita di oggi aveva un’importanza vitale per noi. Non potevamo fallire e ho rischiato sapendo di prendere una decisione impopolare poco prima di un match fondamentale. Con Gagliardi non ero d'accordo sul sistema tattico, non volevo il 4-3-3. E’ andata bene e sono molto contento. La squadra ha giocato col cuore”.

Come preparerà la squadra il decisivo play-out salvezza contro il Dro?
Comprendo la sofferenza dei tifosi, l’ho vissuta anch’io sulla mia pelle quando seguivo con passione le sorti di una squadra della Capitale. Ora riprendiamo fiato e continuiamo a lavorare lontano da Trieste per trovare la necessaria tranquillità prima affrontare un altro impegno durissimo.  La decisione di stare fuori città ha riportato serenità, abbiamo fatto la cosa giusta: resteremo a Marina di Ravenna”.

Lotti rimarrà al timone della nave per questa appendice stagionale?
“Il mister ci guiderà anche nei play-out, sono particolarmente felice per lui perchè è una brava persona e mi sentivo in colpa per avergli affidato una squadra non competitiva a inizio stagione. Questa è una bella rivincita. Adesso dobbiamo solo pensare a salvarci. E’ l'unica cosa che conta perchè abbiamo dei progetti importanti da portare avanti”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esonero-shock Gagliardi, Pontrelli: «Non ero d'accordo sul sistema tattico»
TriestePrima è in caricamento