Esordio amaro per l'Alma, sconfitta di misura dalla Virtus Bologna

Vince la formazione felsinea 92-88 con Punter devastante: 29 punti e 9/9 dal campo

L’attesa è finita, Trieste torna a disputare il massimo campionato, un torneo che le compete per tradizione e pubblico; il primo impegno è di quelli tosti: la Virtus Segafredo Bologna che proprio a Trieste due stagioni fa conquistò qui a Trieste la promozione. La partita si chiude con la vittoria della Virtus 92-88 ma i ragazzi di Dalmasson non sfigurano affatto tenendo botta fino alla fine alla più blasonata Bologna. Trieste priva di Wright, Da Ros e Peric; Bologna al completo; 6159 gli spettatori, compresa una quarantina di tifosi giunti da Bologna. Originale la coreografia all’Allianz Dome, con la freccia biancorossa che ripercorre i trascorsi triestini dalla serie B2 alla serie A1.Trieste parte con Fernandez, Sanders, Cavaliero, Janelidze e Knox; Bologna risponde con Punter, Taylor, Aradori, M’Baye e Qvale. Il primo canestro è di Sanders su assist di Fernandez. Ancora tripla di Sanders. Trieste cerca una mini fuga ma Bologna recupera e va in vantaggio con Punter; Sanders riporta le due squadre in parità (10-10).  La difesa biancorossa controlla bene l’attacco bianconero ma uno zero su due di Knox ai liberi innesca un parziale felsineo di 6-0 per il 14-23 che costringe Dalmasson a chiamare time-out. Gran movimento di Cittadini che segna allo scadere del periodo, rimediando anche una gomitata. Primo quarto che si chiude con vantaggio esterno 27-19. All’inizio del secondo periodo il vantaggio Virtus si mantiene ad otto punti perché alla tripla felsinea risponde Walker dall’arco. Un tentativo di rientro biancorosso viene stoppato dalla tripla di Aradori (28-37).  Taylor colpisce sistematicamente da tre punti e mentr peri nostri realizza Cittadini da sotto con un buon movimento. A 1.39 dal riposo Bologna tocca quota 50 punti contro i 36 di Trieste. Il periodo si chiude con il tiro fallito da Strautins e la Virtus Segafredo avanti 51 a 39. A metà gara Trieste tira meglio di Bologna da due punti ma la differenza sta tutta nei tiri dall’arco, con i ragazzi di Dalmasson autori di un insufficiente 2 su 11 contro un impressionante 10 su 14 di Bologna. Schiacciata di Mosley all’inizio del terzo periodo con Trieste che costringe Bologna all’infrazione di 24 secondi; tap in di Knox per il 43-51. Ancora palla recuperata e tripla di Fernandez che infiamma l’Allianz Dome (46-51) e che costringe coach Sacripanti a chiamare time out. Con due triple consecutive di Knox e Trieste ritorna prepotentemente a ridosso dei felsinei (52-53) in un Allianz Dome sempre più bollente. Tripla di Cavaliero e schiacciata di Mosley su assist di Sanders per il 57 pari. Applausi per l’alley oop di Cavaliero per Sanders che vale il 59-60. Biancorossi nuovamente avanti con i liberi di Walker. Grande difesa biancorossa che costringe Qvale a commettere il quarto fallo. Dalmasson getta nella mischia Schina. Taylor fa uno su due ai liberi ed il terzo quarto si chiude in parità (65-65). Nell’ultimo periodo la tripla di Strautins riporta in vantaggio l’Alma (70-69). Il quarto fallo di Fernandez determina il ritorno sul parquet di Schina, con il compito di contenere Cournooh. Il canestro di Strautins più libero aggiuntivo ridanno quattro punti di vantaggio ai biancorossi (75-71) a poco più di sei minuti dalla fine dell’incontro. Un canestro più libero aggjuntivo di Punter ridanno la parità ma Walker mette una tripla importante. Ancora Adarori dall’angolo per il nuovo vantaggio Virtus. Invenzione di Walker per il nuovo gioco da tre punti: 82-81 a due minuti dalla fine. Alternanza di vantaggi a due minuti dalla fine. Quinto fallo di Knox a 1.12 dalla fine. Quinto fallo anche di Sanders. Taylor segna uno dei liberi ma sull’altro lato i biancorossi non riescono a realizzare;  nell'azione successiva pesantissima la tripla di Punter ma Trieste lotta ancora e dopo la palla persa in attacco c’è un caparbio recupero a metà campo da parte di Schina che va fino in fondo per l’88 a 90 a due secondi dalla fine. Aradori freddo dalla lunetta porta la Virtus avanti di quattro. La partita si chiude con la vittoria della Virtus Segafredo per 92 a 88 ma sono convinti gli applausi di tutto l’Allianz Dome per i ragazzi di Dalmasson. Il tabellino parla di 16 punti di Knox, 15 di Walker, 13 di Sanders, 12 di Mosley e 10 di Cavaliero. Per la Virtus 29 di Punter con 4 su 4 da due e 5 su 5 da tre; 17 di Aradori e 13 di Taylor.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Ciclista colpito da un fulmine a Basovizza, è gravissimo

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Inseguimento della Polizia slovena, arresto in pieno giorno sullo svincolo di via Svevo

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento