Domenica, 13 Giugno 2021
Sport

Evening Summer Trail, vittoria del triestino Alessandro Cociani

Alessandro Cociani

Il “trail” è una disciplina dell’atletica leggera in costante sviluppo nel territorio giuliano grazie alla Società Evinrude; a tal proposito approfittiamo per ricordare che il sodalizio, che fa capo all’intraprendente Graziano Ferlora, il 29 luglio organizzerà la prima edizione dell’Osmizza Trail, gara il cui solo nome suscita un notevole interesse.

Ritornando invece a venerdì scorso, nel tardo pomeriggio, approfittando di un orario in cui le temperature sono più clementi, si è disputato il 7° Evening Summer Trail, su un percorso di 8 km molto impegnativi, in parte sulla traversata muggesana, contraddistinti da tratti di terreno sconnesso con 300 metri di dislivello (+/-).

Se è vero il detto che “la prima volta non si scorda mai”, sarà sicuramente memorabile questa gara per Alessandro Cociani della Fincantieri Wartsila e Sara Crisci sempre della Fincantieri, ma Monfalcone nel suo caso. Per entrambi infatti si è trattata della prima affermazione in una competizione FIDAL. Ma come ci ha detto lo stesso Cociani, l’epilogo è stato tutt’altro che scontato: «Vedendo ai nastri di partenza concorrenti come Andrea Marino ed Enrico Pausin (portacolori rispettivamente di San Giacomo e Trieste atletica, ndr) non mi aspettavo proprio di vincere.» Andrea Marino però non è uno specialista della corsa in montagna, infatti ha tentato di allungare sui rivali in uno dei pochi segmenti pianeggianti, verso metà gara. Cociani è stato il primo a lanciarsi al suo inseguimento, perfezionato in salita, tra il 5° ed il 6° km. Pausin ha invece adottato una tattica più attendista, sperando di raggiungere i battistrada nel finale in discesa, ma purtroppo la sua scelta non è stata premiata e si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio, che si è composto nel seguente ordine: Alessandro Cociani in 33’16”, Andrea Marino (33’33”) ed infine, appunto, Enrico Pausin (34’11”). Ad un minuto e mezzo sono giunti i primi inseguitori, ovvero Nazareno Salpistis (Trieste Atletica / 35’48”) e Roman Lukan (Bavisela / 35’58”).

Come detto sopra, tra le donne si è imposta Sara Crisci, runner solo dal 2016 ma sportiva da sempre, con trascorsi ad esempio nella pallavolo piuttosto che nello sci. Soddisfatta la vincitrice: «Questa gara mi è piaciuta moltissimo; bel percorso, da subito bello tosto! All’inizio correvo solo per fare un buon tempo, anche perché era la prima gara dopo il mio matrimonio, quindi ero poco allenata.» 43’52” il suo crono. Ci teniamo poi a sottolineare la prova di Annalisa Muran, in forza all’ARAC, che ha avuto la meglio su avversarie ben più giovani di lei; all’intervista di fine gara era convinta di essersi attestata attorno alla sesta posizione, non immaginando proprio di essersi aggiudicata invece la piazza d’onore (44’13”). Ad ogni modo inizialmente in testa si trovava Michela Manzani del CAI CIM, che tra lavoro ed impegni familiari non può dedicare molto tempo alla corsa; pertanto, anche se si è fatta superare, è rimasta più che soddisfatta da questo terzo posto (44’22”). A seguire Mariapia Marchi (Bavisela / 44’25”) mentre a completare la top five ci ha pensato Federica Babich (Teenager Staranzano / 45’17”), “figlia d’arte” in un certo senso in quanto il padre Fulvio è uno dei più forti over 50 che vantiamo in Regione.

Prossimo appuntamento FIDAL è l’8° Memorial Cudicio che si terrà sabato 16 luglio alle ore 18.30 a Trebiciano. Ulteriori informazioni sul sito www.sangiacomotrieste.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evening Summer Trail, vittoria del triestino Alessandro Cociani

TriestePrima è in caricamento