menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fallimento Triestina ? Il Punto di Andrea Giovannini

Ci eravamo ripromessi di tornare con la nostra rubrica alla ripresa delle partite giocate, ma la situazione di queste ore, porta, inevitabilmente, ad una serie di riflessioni.Che la Triestina non viaggiasse nell'oro, era risaputo, le voci in...

Ci eravamo ripromessi di tornare con la nostra rubrica alla ripresa delle partite giocate, ma la situazione di queste ore, porta, inevitabilmente, ad una serie di riflessioni.
Che la Triestina non viaggiasse nell'oro, era risaputo, le voci in città erano molteplici sui debiti che l'Alabarda aveva contratto con i vari fornitori di servizi; ma che si arrivasse al fallimento, questo proprio no.

L'iva non corrisposta alla scadenza di dicembre ha messo nei guai il Presidente Aletti, che si e' visto indagato, ma per arrivare ai sei milioni di euro di buco, la strada e' ancora lunga.

Il Presidente dice di voler spiegare tutto nella giornata di domani (5 gennaio) data in cui si terra', già programmato da parecchio, anche il CDA della società.
Nella riunione di domani saranno discussi i temi di queste ore e il programma di risanamento che il Presidente intende portare all'assemblea dei soci.
Oltre a questo, dai diretti interessati, non trapela nulla.
La tegola della guardia di finanza e del fallimento, evidentemente, e' arrivata nel momento meno opportuno.

Quello che pero' si domanda la Trieste che crede in Aletti, o forse, che credeva nel burbero romagnolo innamorato dell'Unione, e':

Come possa un uomo di sport con mille attività imprenditoriali alle spalle, non calcolare un così elevato rischio (iva non versata) e non batter ciglio dopo esser stato indagato.
Vivendo in un paese di garantisti, ed essendolo, per certi versi, mi chiedo se sia tutto così vero, oppure ci si marci un po' sopra.
Probabilmente questo Presidente non sarà un Santo, come non lo e' stato quello precedente, per certo il sig. Aletti non avrà tirato fuori un euro per la Triestina, ma direi che attendere domani sia almeno un gesto da persone responsabili che non hanno ancora il quadro completo della situazione.
Con la speranza che l'Alabarda possa ancora sventolare nei cuori dei propri tifosi, anche di quelli che non ci sono più... " E avanza sull'estremo settore di sinistra... " ciao Paolo...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento