rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Fantinel: o Cambia la Musica o Pronti a Lasciare !

"La manifestazione di dissenso dei tifosi, indirizzata inequivocabilmente ai vertici dell’U.S. Triestina Calcio, è finalizzata a facilitare un passaggio parziale o totale delle quote societarie? Se così fosse, noi siamo assolutamente disponibili a...

STEFANO FANTINEL"La manifestazione di dissenso dei tifosi, indirizzata inequivocabilmente ai vertici dell'U.S. Triestina Calcio, è finalizzata a facilitare un passaggio parziale o totale delle quote societarie? Se così fosse, noi siamo assolutamente disponibili a qualsiasi soluzione".
Si conclude con queste parole la dura replica del Presidente Fantinel alla contestazione di sabato scorso.

Una risposta chiara, precisa e senza equivoci. D'altronde non ci si capacita del perche', ancora oggi, non ci si renda conto che senza Fantinel (come in passato senza Berti, De Riu' e, ahime', pure senza Tonellotto) l'Unione rischierebbe il derby con il Kras... Presidenti e denari non triestini ma a cui Trieste deve tutta la permanenza nel calcio che conta.

E' un fiume in piena Stefano Fantinel: ""In un momento particolare e complicato della storia della Triestina Calcio ci siamo resi disponibili ad accettare questa intrigante quanto difficile avventura, sposata e sponsorizzata da tutti coloro che avevano a cuore le sorti dell'Unione che, lo ricordiamo, era alle soglie del fallimento. In quella circostanza abbiamo posto un'unica condizione, quella che insieme al nostro gruppo ci fossero degli imprenditori locali affinchè la società potesse autogestirsi"

Il Presidente alabardato prosegue analizzando cio' che e' necessario avvenga d'ora in poi: "Venuti a mancare questi tasselli, è mutato lo scenario con il quale avevamo iniziato, con grande entusiasmo, questa avventura. Nel recente incontro con il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, abbiamo ribadito che va ripristinata la condizione iniziale, ovvero che il territorio ci dia una mano, per il bene della squadra che - va ricordato - è prima di tutto un patrimonio inestimabile della città. Per questi motivi non possiamo in alcun modo giustificare la contestazione di sabato, sia essa di pochi o di tanti, perché abbiamo la convinzione di avere, in questi anni, portato avanti la Triestina facendo anche più del dovuto"


Parole che non lasciano dubbi su quello che dovra' essere il rapporto futuro non solo tra tifosi e societa' ma anche quello che dovra' assolutamente instaurarsi fra tessuto economico giuliano e l'Alabarda.... Altrimenti i fasti di Ponziana - Triestina di trent'anni orsono aleggeranno pericolosamente nell'aria

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fantinel: o Cambia la Musica o Pronti a Lasciare !

TriestePrima è in caricamento