Universiadi, la prima medaglia italiana è del triestino Auber

Nipote dell'indimenticato Pino, Gabriele ha conquistato il gradino più basso del podio nella gara di tuffi da un metro. Finale combattutissima e stravinta dal cinese Liu Chengming

La prima medaglia della nazionale italiana che partecipa alle Universiadi di Napoli ha i colori di Trieste. Il giovane tuffatore azzurro Gabriele Auber, nipote del grande Pino Auber scomparso l'anno scorso dopo una carriera strepitosa dal trampolino nella categoria master, si è posizionato sul gradino più basso del podio portando a casa un ottimo bronzo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un bronzo difeso con i denti

Durante la finale, stravinta dall'atleta cinese Liu Chengming, Auber se l'è dovuta vedere con tuffatori di tutto rispetto. I tedeschi Frithjof Seidel e Alexander Lube in prima battuta, ma ha dovuto guardarsi anche dall’americano Jacob Fielding e dall'altro cinese Li Pingan. Alla fine però, l'atleta della UniCusano ha battuto la concorrenza ottenendo il punteggio di 356.20 a un punto e mezzo dall'argento andato a Seidel. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenta esplosione in zona Campanelle, gravissimi due giovani

  • Terrore a Barcola: spari in pineta, è caccia all'uomo

  • Sparatoria con inseguimento a Barcola, arrestato a Grignano

  • Sparatoria ed inseguimento a Barcola, sullo sfondo una storia di droga

  • Spari a Barcola: è un avvocato l'arrestato per spaccio di droga

  • Auto precipita nella scarpata in zona Muggia (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento